Home RUBRICHE L’Agenda Legale del Cittadino Vittime della crisi economica, Falco: «riformare...

Vittime della crisi economica, Falco: «riformare la legge “Salva Suicidi”»

È necessario sollecitare il nuovo Governo affinché riformi la legge “Salva Suicidi” con lo scopo di tutelare – maggiormente – i consumatori e le imprese vittime della crisi da COVID-19. Questo è quanto proposto da Luigi Falco in qualità di delegato per la Calabria nella giunta nazionale dei giovani imprenditori di CONFAPI (Confederazione italiana della piccola e media industria).

È la prima proposta di Falco quale neo membro della giunta nazionale dei Giovani Imprenditori di Confapi che dichiara “la legge n. 3/2012 già prevede delle forme di tutela per chi si è esposto ad un eccessivo indebitamento e credo debba essere implementata a tutela di chi, senza colpa, è rimasto vittima della pandemia. Mi riferisco a chi ha perso il lavoro o alle imprese operanti nei settori più colpiti come ad esempio i trasporti, il turismo, la ristorazione, lo spettacolo, i centri benessere e non solo. Credo sia utile (ed umano) tutelare chi non è stato risparmiato dalla crisi economica e sociale che stiamo vivendo”.

La legge n. 3/2012 (tutt’oggi in vigore) permette ai debitori in stato di sovraindebitamento, cioè coloro che concretamente e in base alle proprie disponibilità economiche non sono in grado di far fronte ai pagamenti verso i creditori, di estinguere i propri passivi tramite procedure di dilazione. La proposta di Falco è quella di prevedere una forma di tutela ad hoc per consumatori ed imprese messe in ginocchio dalla pandemia e non più in grado, senza loro colpa, di far fronte ai propri debiti.