Home Attualità Vaccino covid, scuole chiuse. Corbelli: “Si...

Vaccino covid, scuole chiuse. Corbelli: “Si segua l’esempio di Spirlì”

Il leader del movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, “apprezza e sostiene la decisione del presidente della Regione, Nino Spirlì, di chiudere le scuole per due-tre settimane per procedere alla vaccinazione del personale scolastico”.

Lo invita, in un nuovo video messaggio pubblicato sulla popolare pagina Fb di Diritti Civili, “ad andare avanti” e si augura che “anche tutti gli altri Governatori facciano la stessa cosa”.

“Bene Spirlì. Vada avanti in questo modo – continua – con responsabilità e alto senso istituzionale. Per questo non capisco e non giustifico chi si oppone, al suo giusto, opportuno e doveroso provvedimento. Di fronte al quadro drammatico, con migliaia e migliaia di contagi e centinaia di morti ogni giorno in Italia, con il nostro Paese che sta per raggiungere quota 100.000 morti, con il dilagare di nuove, minacciose e contagiose varianti e la previsione, di alcuni esperti, di una terza ondata tra poche settimane, è importante e assolutamente urgente cercare di proteggere in qualche modo, soprattutto, il mondo della scuola, quello fortemente adesso a rischio per queste varianti (ad iniziare da quella inglese) che colpiscono, proprio, in questi luoghi, nelle aule, i più piccoli, i ragazzi, i bambini”.

Corbelli, nel nuovo video appello, denuncia “la drammatica situazione dei contagi nel mondo della scuola, ricorda “come in molti Paesi (Germania, Inghilterra, Portogallo, Austria, Paesi Bassi, Israele, la stessa Cina) le scuole continuano a rimanere chiuse e in Italia invece restano ancora aperte”. Chiede inoltre “perché nonostante esperti, scienziati, virologi denunciano il pericolo contagi nelle scuole, a causa delle varianti, gli istituti continuano a restare aperti”. Il leader di Diritti Civili domanda infine “perché non vengono resi noti i dati reali dei contagi nelle scuole di studenti e professori”.