Mar 13 Apr 2021
Advertising
Home Attualità Vaccini, gli avvocati a Spirlì: "Siamo...

Vaccini, gli avvocati a Spirlì: “Siamo una categoria a rischio”

“Gli avvocati siano dichiarati “categoria a rischio” e vengano inseriti, con un criterio di priorità, nel piano regionale di vaccinazione contro il Covid 19″. Inizia così una nota del coordinatore regionale Armando Chirumbolo, che unitamente al consiglio direttivo dell’Unione di Lamezia Terme, rivolge un appello al presidente ff della regione Calabria Nino Spirlì.

“Gli avvocati – afferma Chirumbolo – frequentano aule d’udienza, visitano i detenuti, incontrano una pluralità di assistiti, contribuiscono, come parte essenziale, a garantire la giurisdizione e il diritto di difesa oggetto di protezione finanche costituzionale. Sin dall’inizio della pandemia ed anche in pieno lockdown, gli avvocati hanno continuato a lavorare, negli uffici giudiziari speso affollati, mettendo sempre a rischio la propria salute. A seguito della sospensione disposta durante la fase emergenziale, poi, le attività sono riprese mediante l’adozione di specifiche procedure precauzionali, nonchè la riduzione degli accessi negli uffici giudiziari e nelle aule di udienza, e proprio queste sedi sono state spesso focolai di trasmissione del COVID-19, comportando, di conseguenza, la sanificazione dei luoghi, la sospensione delle attività e l’obbligo di quarantena fiduciaria, con l’inevitabile prolungamento della durata dei processi giudiziari e l’aggravio economico di costi per lo Stato.

Gli avvocati sono già stati considerati categoria a rischio nelle regioni Sicilia e Toscana e sarebbe auspicabile che anche in Calabria si proceda, con assoluta priorità ed urgenza, ad inserire gli avvocati, così come anche i magistrati e tutto il personale di giustizia nel Piano regionale di vaccinazione così da assicurare continuità al servizio primario della Giustizia”. “Pertanto – conclude Chirumbolo – richiediamo un autorevole ed urgente intervento da parte delle Istituzioni al fine dare avvio anche in Calabria ad una campagna di vaccinazione contro il contagio da virus Covid-19 nei confronti di una categoria certamente a rischio come quella dell’avvocatura, nonchè di tutti gli operatori del settore della giustizia”.