Mer 14 Apr 2021
Advertising
Home Attualità Sanità calabrese, Giletti ritorna su (quasi)...

Sanità calabrese, Giletti ritorna su (quasi) tutte le schifezze e a “Non è l’Arena”

La malasanità calabrese ancora in primo piano durante la trasmissione “Non è l’Arena” di questa sera, 28 febbraio 2021, trasmessa da La7. Massimo Giletti snocciola quasi tutte le nefandezze di un comparto che non conosce confini, limiti, decenza: la sanità in Calabria. Insomma, passano i giorni, cambiano i vertici, mutano le strutture, ma tutto rimane invariato. La sanità nella nostra regione sembra sia destinata allo stallo, anzi al baratro.

Si comincia a parlare dell’increscioso episodio di Reggio Calabria, dove centinaia di anziani e accompagnatori hanno preso d’assalto il palazzo del consiglio regionale per attendere il proprio turno nella lista delle vaccinazioni. Il commissario straordinario dell’Asp di Reggio Calabria, Giovanni Meloni, commenta affermando che “alcune scene appaiono un po’ deformate. Si faceva solo notare la necessità della prenotazione, un metodo che avevamo studiato con cura. Esiste la piattaforma di Poste Italiane con un sistema centralizzato per la prenotazione online, ma noi non l’abbiamo ancora avuto. E in altre regioni c’è già”.

Massimo Giletti poi sbotta dopo l’ennesimo servizio denuncia che dimostra le spese folli e gli sprechi della sanità calabrese ed elenca tutti gli acquisti sostenuti dal direttore generale del dipartimento Salute della Regione CalabriaFrancesco Bevere, per rinnovare l’ufficio della zona dirigenziale per altro contenuti nel documento ufficiale: una parete contenitore, otto sedute direzionali, ventiquattro sedute di attesa, scrivanie, tavoli, divani, appendiabiti e lampade: una spesa da ben 31mila euro: “Mancanza di rispetto verso i cittadini … a loro chiediamo sacrifici e poi divani in pelle umana!”.

Giletti prosegue interpellando anche Luigi De Magistris il quale (essendo anche di parte in questo periodo preelettorale perchè candidato alla carica di presidente della regione), rincara la dose con un affondo: ” La campagna di vaccinazioni in Calabria va molto male rispetto ad altre regione. C’è un commissariamento della sanità vergognoso. Il commissariamento è vergognoso ed è da 10 anni che va avanti”.

Calabria, dunque, una terra sempre ricca di argomenti di discussione anche per le reti nazionali!