Mar 15 Giu 2021
Advertising
Home Sport Tutto pronto per la "Marathon degli...

Tutto pronto per la “Marathon degli Aragonesi”, aperte le iscrizioni

Una gara, in un contesto affascinante e variegato nel cuore del Parco nazionale del Pollino, caratterizzata dalla regina delle salite: l’Imperticata. Sette chilometri di tornanti con pendenze da paura che sono il vero scoglio da superare per staccare il tagliando della partecipazione alla Marathon degli Aragonesi, gara che fa parte del circuito del Trofeo dei Parchi naturali che si svolgerà il 20 giugno con partenza da Frascineto.

In queste ore sono state aperte le iscrizioni alla gran fondo organizzata dall’Asd Ciclistica Castrovillari presieduta da Giovanni Cancio che sta mettendo a punto il percorso e iniziando la pulizia dei tracciati che accoglieranno gli appassionati delle ruote grasse nel week end di giugno patrocinato dal Parco nazionale del Pollino e dai comuni di Castrovillari, Civita e Frascineto.

Mentre fervono i preparativi per accogliere in totale sicurezza atleti ed accompagnatori l’organizzazione parallelamente alle iscrizioni dei bikers ha anche aperto, sul sito ufficiale dell’evento, la piattaforma di iscrizione per i volontari che sono, come ogni anno, un anello fondamentale nella gestione in sicurezza dei punti ristoro e controllo del percorso.

«I volontari – ha spiegato il presidente Ciancio – sono parte integrante dell’organizzazione della Marathon. Senza di loro in questi anni non avremmo potuto mandare avanti un evento così particolare e complesso in tutte le sue fasi». Nei giorni precedenti alla gara e durante la durata dell’evento i volontari si occuperanno della consegna dei pacchi gara, della preparazione del materiale per i ristori e della gestione dei punti ristoro durante il tracciato, cosi come l’ausilio all’associazione organizzatrice nella installazione della cartellonistica e la transennatura del percorso sia in zona partenza e arrivo che in montagna. Per tutti un T-Shirt ufficiale della Marathon degli Aragonesi 2021 che li renderà riconoscibili e visibili lungo i chilometri di gara oltre che farli sentire parte di un’unica grande organizzazione «che ogni anno regala – ha concluso il presidente dell’Asd ciclistica Castrovillari – spettacolo e promozione del territorio in una maniera unica»