Mer 4 Ago 2021
Advertising
Home Cronaca Tragedia del Raganello, il processo slitta...

Tragedia del Raganello, il processo slitta al 26 novembre

E’ stato rinviato al prossimo 26 novembre l’inizio del processo per la tragedia avvenuta nelle gole del Raganello, in provincia di Cosenza, il 20 agosto del 2018, quando, a causa di un’ondata di piena, morirono dieci persone.

L’inizio era fissato per oggi, ma si è registrata una mancanza di notifica ad alcuni dei sei imputati e anche a diverse parti offese. Inoltre si attende l’esito di un’impugnativa della Procura generale sulle sentenze di non luogo a procedere già emesse. Il 12 aprile scorso il Gup del Tribunale di Castrovillari Biagio Politano aveva infatti deciso il rinvio a giudizio per 6 dei 14 imputati, aveva assolto le tre guide turistiche indagate per esercizio abusivo della professione (Luca D’Alba, Antonio Luca De Salvo e Roberto De Marco) che avevano scelto il rito abbreviato e disposto il non luogo a procedere per gli altri cinque.

Alla sbarra con l’accusa di omicidio colposo il sindaco di Civita Alessandro Tocci e i proprietari delle società turistiche Giovanni Vangieri e Marco Massaro, mentre rispondono di omissione di atti d’ufficio il primo cittadino di Cerchiara di Calabria Antonio Carlomagno, quello di San Lorenzo Bellizzi Antonio Cersosimo e il sindaco di Francavilla Marittima Franco Bettarini.