Dom 1 Ago 2021
Advertising
Home Attualità Covid e variante Delta, mappa dei...

Covid e variante Delta, mappa dei focolai e la situazione in Calabria

Il primo caso di variante Delta in Italia è stato segnalato in Sicilia lo scorso 8 maggio. Il fatto che siano stati riscontrati 30 casi (la metà circa sono sulla nave quarantena dei migranti sita a Lampedusa) è dovuto soprattutto al fatto che tanti campioni sono stati sequenziati. Come capacità di ricerca siamo secondi solo al Veneto, stiamo sequenziando tantissimi campioni questo ci fa ben sperare in termini di prevenzione della diffusione”.

Così il direttore generale dell’assessorato regionale alla salute della Regione siciliana, Mario La Rocca, in merito alla situazione dell’esplosione dei contagi della cosiddetta variante indiana nella regione.

La Calabria è la Regione in cui attualmente è stato individuato un solo caso, in provincia di Reggio Calabria. Uno studio è in corso e dati più certi, come riporta la testata Il Messaggero, dovrebbero arrivare entro la giornata di domani, mercoledì 30 giugno. Una delle regioni più colpite dalla variante Delta al Sud Italia, oltre alla Sicilia, è la Puglia con gli oltre 50 casi. Tre i nuovi focolai individuati a Brindisi, l’area maggiormente colpita, ma già ampiamente circoscritti. È in corso una survey per misurarne la prevalenza. La scansione dei nuovi dati in Campania ha evidenziato la presenza di piccoli cluster prevalentemente a Napoli con 83 casi, il 26% circa delle 323 sequenziate nel mese di giugno.

Anche in Italia, quindi, dove la curva dei casi totali positivi al Covid decresce, aumentano percentualmente i focolai indotti dalla nuova variante. Stando ai dati dell’ultimo report dell’Istituto Superiore di Sanità, in poche settimane i casi si sono quadruplicati, arrivando al 17 per cento. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, assicura la massima attenzione del Governo su tutte la varianti auspicando una misura internazionale coordinata.