Sab 24 Lug 2021
Advertising
Home Costume & Società Ambiente Inquinamento e morte in Calabria, prosegue...

Inquinamento e morte in Calabria, prosegue la battaglia di Fridays For Future Cosenza

Rispondiamo all’appello fatto ai/alle calabresi dell’ex candidato sindaco di Crotone Danilo Arcuri “La Calabria oggi deve trovare compattezza e stringersi intorno al suo assessore regionale all’Ambiente”.

Dopo l’azione che abbiamo promosso a Crotone e in varie altre città calabresi il 16 giugno scorso molti altri ci hanno contattato per prendere parte alla lotta che noi abbiamo iniziato ma che appartiene a tutti e tutte i/le calabresi.

Pensiamo che il percorso verso la giustizia ambientale e sociale sia ancora lungo e che sia ora che la classe politica scelga da che parte stare!

Gli interessi economici di una multinazionale (in questo caso ENI) non possono prevalere sugli interessi collettivi di un popolo che ha già sofferto abbastanza a causa di disastri ambientali e di una malapolitica difficile da sradicare.

È per questo che invitiamo tutti gli attori politici presenti nel precedente tavolo tecnico avvenuto a Crotone con Eni ad ascoltare al più presto le nostre idee e le nostre proposte. Contatteremo nei prossimi giorni personalmente: la consigliera Flora Sculco; il sindaco Voce; l’assessore all’Ambiente regionale Sergio De Caprio.

Siamo inoltre aperti ad altre interlocuzioni con collettivi e politici che siano interessati alla sensibile questione; in quanto movimento e collettivo politico ma apartitico ci poniamo come megafono degli interessi e sofferenze dei cittadini e delle cittadine crotonesi e non solo.

FRIDAYS FOR FUTURE COSENZA