Mar 28 Set 2021

sibarinet

Home Attualità Tre anni dalla tragedia del Raganello,...

Tre anni dalla tragedia del Raganello, Civita ricorda le 10 vittime

Sono passati tre anni da quando la piena del torrente Raganello ha travolto e ucciso dieci persone.

Una tragedia immane che ha segnato per sempre la comunità di Civita, paese del Pollino che oggi si riunirà in preghiera per ricordare i nove escursionisti e la guida rimasti vittime di una calamità di proporzioni che su quei territori nessuno ricorda sia mai avvenuta.

Antonio Santapaola, Carmen Tammaro, Myriam Mezzolla, Claudia Giampiero, Paola Romagnoli, Gianfranco Fumarola, Carlo Maurici, Valentina Venditti, Imma Marrazzo e Antonio De Rasis, la guida del gruppo. Questi i nomi delle persone che tra le gole del Raganello hanno perso la vita, sorpresi da una pioggia violenta e dalla furia delle acque del torrente.

L’amministrazione comunale e la Parrocchia “Santa Maria Assunta” hanno deciso di esprimere ancora una volta vicinanza e solidarietà alle vittime e alle loro famiglie con una liturgia che si terrà in mattinata, con inizio alle 9.

La cerimonia sarà officiata dal parroco, Padre Remo, che spiega: «Sarà una preghiera accorata di tutta la comunità cristiana, che invocherà il Dio della vita, perché trasformi in eternità l’amore e i sogni dei nostri fratelli e sorelle scomparsi, e conforti tutte quelle famiglie che hanno subito una perdita così grave».

«La comunità di Civita non dimentica. A tre anni da quel nefasto giorno incancellabile nella memoria della comunità di Civita – ha aggiunto il sindaco di Civita, Alessandro Tocci – l’amministrazione comunale, la comunità parrocchiale e l’intera popolazione vogliono ricordare chi quel giorno perse la vita lasciando i propri cari nel dolore più atroce».