Mar 21 Set 2021

sibarinet

Home Costume & Società Solidarietà Band calabrese in concerto nel carcere...

Band calabrese in concerto nel carcere di Paola

Dopo due anni di stop per la pandemia l’Associazione Hosteria di Giò e nota band del panorama della musica popolare calabrese ritorna a fare parlare di sé e questa volta lo fa iniziando dal Reading della lettura di Casali del Manco contornando della loro musica il libro di Paride Leporace “Cosangeles” e quello di Don Emilio Salatino e Fedele Sirianni dal titolo “Quei binari in mezzo ai pini” continuando poi col Festival “Kalabria suoni e sapori del mondo ” prima edizione svoltosi a Reggio Calabria il 04 settembre aprendo il concerto di Mimmo Cavallaro.

Una grande serata piena di emozioni con un pubblico accogliente che, pur limitato dalle restrizioni covid, ha fatto comunque sentire il suo calore e la voglia di ritornare alla normalità. La band impegnata già da mesi con le Ferrovie della Calabria per il servizio musicale svolto sul Treno della Sila sta riscuotendo un grande successo e non si è fatta mancare l’occasione di esibirsi giorno 14 Settembre nel penitenziario di Paola in una delle manifestazioni organizzate dall’ALT (Associazione Lotta Tumori) di Cosenza.

 

Una delegazione della band formata da Stefano Raimondo, Daniele Scrivano, Mario Maccarrone ed Emanuele Grispino ha fatto visita alla casa circondariale esibendosi in una performance che ha riscosso un grande successo alla presenza dei detenuti, delle guardie carcerarie, della direttrice  Emilia Boccagna, la presidente dell’ALT Anna Maria Rende e ancora Maria Giovanna Tarantino, Gerardo Rende, Giuseppe Parise anche loro dell’associazione ALT…Una strada tutta in salita per i ragazzi che da anni portano la tradizione popolare calabrese in giro per l’Italia. Molte sono le iniziative che hanno in programma  e invitano tutti a visitare i loro spazi social per aggiornamenti a riguardo.