Mer 27 Ott 2021

spazio pubblicitario disponibile

HomePoliticaRegionali, Conte chiude la campagna di...

Regionali, Conte chiude la campagna di Bruni: “È difficile ma possiamo vincere”

Amalia Bruni ha chiuso la campagna elettorale del Centrosinistra per le regionali a Reggio Calabria insieme al leader del Movimento 5Stelle Giuseppe Conte.

Sul palco c’è anche il sindaco dem Giuseppe Falcomatà che si becca qualche fischio e poi c’è Francesco Boccia che “garantisce” che “non ci sarà mai più un taglio alla sanità e alla scuola” e loda Conte perché da premier “ha portato a casa il miglior negoziato della storia d’Italia”. Tutti parlano di accoglienza ma nessuno menziona l’ex sindaco di Riace Domenico Lucano. Quindi è la scienziata/candidata a scaldare il pubblico fino all’intervento di Conte:

“Dopo il bagno di folla di Lamezia dell’altra settimana – dice Bruni – non credevo davvero di trovarvi così numerosi questa sera insieme a Giuseppe. Mi hanno detto che siete seimila, a me sembrate di più ma l’importante è che siete qui stasera a testimoniare la vostra voglia di cambiamento, il vostro entusiasmo, la vostra vicinanza per cambiare tutti insieme”.

Il leader M5S ricambia elogiando quanto “l’eccellenza” di Amalia Bruni valga molto di più perché realizzata in Calabria. “Questa volta – si appella al pubblico – la x sulla scheda non può essere messa per conoscenza, per l’amico o perché qualcuno vi ha tirato per la giacca. Quando la mettete pensate ai vostri figli. Abbiamo elaborato una proposta all’altezza della Calabria. Noi lavoreremo sempre e solo per voi e mai per interessi personali”.

Quindi promette di non venire solo in campagna elettorale: “Sarò qui spesso perché insieme a Amalia dobbiamo lavorare profondamente per mettere in campo proposte serie e di respiro. Ma voi dovete credere a questo progetto politico, Amalia Bruni è la persona migliore per guidare questo progetto. Dobbiamo mettere mano da subito alla sanità, essere in grado di ricostruire la filiera della medicina di prossimità, delle assistenze specialistiche domiciliari”.

Conte ricorda anche la sua partecipazione ai funerali di Jole Santelli per dire che la gente “deve interessarsi ai progetti e alle proposte concrete al di là del colore politico”. Poi parla del Pnrr in termini futuristici e dice che “l’Italia ha vinto una lotteria incredibile e chi verrà dopo ci chiederà che abbiamo fatto di quei soldi”. Poi esalta la proroga del superbonus edilizio del 110% e conclude: “Abbiamo tanto lavoro da fare per migliorare la vita di tutti voi. Il tre e il quattro ottobre votate Amalia Bruni e avremo una Nuova Calabria”.