Mar 30 Nov 2021
spot_img
HomeAttualitàSalute&BenesserePoliambulatorio di Casali del Manco: servizi,...

Poliambulatorio di Casali del Manco: servizi, sempre peggio

Il Poliambulatorio di Casole Bruzio doveva diventare il fiore all’occhiello di Casali del Manco e di tutta la Presila, avrebbe dovuto erogare servizi e prestazioni specialistiche e ambulatoriali risparmiando lunghe liste di attesa ai cittadini. Da mesi, invece, assistiamo inermi al depotenziamento del Poliambulatorio: oggi sono attive solo 9 branche specialistiche, la struttura può effettuare un massimo di 25 prelievi al giorno (al Laboratorio dell’Asp a Rende non possono pervenirne altri), un macchinario utilizzato a Odontoiatria è rotto da tempo e non si è nelle condizioni di eseguire le prestazioni.

Dopo decenni di incuria la struttura di Casole, costruita negli anni Novanta grazie all’ex articolo 20 della legge 67/1988, grazie alle denunce e all’intervento dell’esponente PD Carlo Guccione è diventato un Polo sanitario. Fino a qualche mese fa forniva numerose prestazioni, dall’ecografia tiroidea alle branche specialistiche di diabetologia, cardiologia, chirurgia vascolare, odontoiatria e tante altre. Oggi invece i cittadini sono costretti a rivolgersi alle strutture di Cosenza o andare fuori provincia. Tutto ciò ha provocato lunghe liste di attesa, già dilatate a causa dell’emergenza Covid ancora in atto che non ha permesso a molti utenti di ricevere cure e prestazioni adeguate per patologie non legate al Covid.

Mi auguro che il commissario dell’Asp di Cosenza, Vincenzo La Regina, si occupi al più presto della questione e che il Poliambulatorio torni a fornire tutte le prestazioni sanitarie. Dobbiamo impedire che questo importante Polo sanitario venga ridimensionato o che, addirittura, venga chiuso per mancanza di personale, a discapito della salute dei cittadini.

E’ quanto fa sapere Wladimiro Parise segretario cittadino PD Casali del Manco