Mar 25 Gen 2022
spot_img
HomeCronacaControlli nel Crotonese: sequestrato mezzo quintale...

Controlli nel Crotonese: sequestrato mezzo quintale di fuochi d’artificio

Si avvicinano le festività natalizie e la Polizia di Stato intensifica i controlli alle attività commerciali, soprattutto quelle dedite al commercio di artifici pirotecnici e materiale esplodente.

Il bilancio questa volta è di due persone deferite all’autorità giudiziaria. In particolare, all’interno di un box sono stati scoperti e sequestrati circa 30 chili di artifici pirotecnici detenuti illegalmente. Il titolare è stato deferito per l’omessa denuncia all’Autorità di polizia di detenzione di prodotti pirotecnici di categoria F2 e F3.

Terminati i controlli a Crotone, la P.A.S.I. si è poi portata a Cirò Marina per altri controlli amministrativi ed, anche qui, all’interno di un esercizio commerciale, emergeva la messa in vendita di prodotti pirotecnici la cui vendita non è consentita negli esercizi senza licenza di Pubblica Sicurezza.

Al momento dell’accesso ispettivo venivano rinvenuti e sottoposti a sequestro penale oltre 14 chili di artifici pirotecnici del tipo “batteria di petardi flash”, meglio noti al pubblico come “inferno 500” e “gazza ladra”. La proprietaria dell’attività veniva contestualmente deferita all’Autorità Giudiziaria del reato di commercio abusivo di materiale esplodente.