Sab 28 Mag 2022
spot_img
HomeCronacaFrodi su erogazioni pubbliche dell’UE, sequestrati...

Frodi su erogazioni pubbliche dell’UE, sequestrati beni per 500mila euro

Denarobeni mobili e immobili, per un valore corrispondente a circa mezzo milione di euro, è quanto sequestrato questa mattina dai finanzieri di Reggio Calabria nell’ambito di una indagine della Procura della Repubblica di Palmi, diretta da Emanuele Crescenti su dei presunti reati in materia di frodi per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

L’ipotesi accusatoria consiste nella presunta falsa attestazione della disponibilità di terreni agricoli così fa ottenere i finanziamenti poi elargiti dall’Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura.

Ai sigilli si è arrivati dopo delle complesse indagini ed investigazioni che secondo gli inquirenti avrebbero portato alla luce delle condotte illecite ai danni del bilancio dell’Unione Europea, riferiti cioè alla percezione, da parte di aziende agricole locali, di somme messe a disposizione da interventi sovvenzionati dai Fondi comunitari.

Sotto la lente degli investigatori, dunque, due imprenditori agricoli a cui si contestano oggi la falsità ideologica commessa da un privato in atto pubblico e la truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche.