Sab 25 Giu 2022
spot_img
HomeCostume & SocietàAmbienteSito archeologico calabrese curato anche da...

Sito archeologico calabrese curato anche da volontari del Servizio Civile

Firmata la convenzione che, per il secondo anno, disciplina il rapporto di collaborazione della Pro Loco di Mongiana nella gestione del Museo e del sito archeologico della Fonderia Borbonica.

L’accordo prevede il coinvolgimento di giovani mongianesi impegnati nel Servizio Civile e operatori dell’Associazione già formati gli scorsi anni.

Dallo scorso weekend il Museo e l’area archeologica restano ufficialmente attivi per tutta la stagione 2022. 

In contemporanea partiranno una serie di iniziative promozionali per aumentare i visitatori a questi straordinari contenitori di storia e cultura.

“Ci avviamo verso la candidatura alla carta sul turismo sostenibile, riconoscimento tutt’altro che semplice da raggiungere – ha dichiarato il Commissario Alfonso Grillo – dunque è necessario abituarsi fin da subito ad alzare il livello degli standard promozionali, i servizi informatici, l’ospitalità, tutto deve conformarsi alle norme previste dalla comunità europea.

Sui musei e i luoghi di cultura bisogna avviare una politica integrativa coordinata, mettere in rete il sistema, organizzare visite guidate, incentivare la ricerca e gli studi per rendere ancora più interessanti le nostre strutture museali. 

L’Ente Parco si farà promotore di un sistema coordinato in tutta l’aria vasta delle Serre, ed ha già un piano da sottoporre ad un confronto con tutti i soggetti istituzionali dei centri in cui sono presenti luoghi espositivi. 

In questo contesto si colloca la firma della convenzione con la Proloco di Mongiana E.T.S.. Una collaborazione tra Ente Parco e Proloco alla presenza del Sindaco Francesco Angilletta necessaria per rendere fruibile e facilitare la gestione del Mu.Fa.R – Museo Fabbrica D’armi – Reali Ferriere Borboniche – Parco Archeologico. “