Sab 25 Giu 2022
spot_img
HomeCronacaFarmaci per il dolore prescritti a...

Farmaci per il dolore prescritti a tossicodipendenti, medici e tossici condannati

Lo scandalo esplose il 5 maggio del 2016 con l’operazione denominata “Fentanil”. Le indagini, coordinate dal Sostituto Procuratore Giuseppe Visconti e condotte dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Rende, all’epoca diretto dal Tenente Giovan Battista Marino, scoperchiano un pentolone su una presunta attività di spaccio cosiddetta “non convenzionale”, la prescrizione abusiva di farmaci psicotropi da parte dei medici di base e di truffa aggravata a danno del Servizio Sanitario Nazionale in relazione a farmaci psicotropi contenenti oppiacei. 

Eseguiti in quella data due arresti domiciliari a carico di Stefano Natalizio, 54enne pregiudicato e sorvegliato speciale, e di F.T., 38enne. Sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria altre otto persone (G.G., cl. 86; P.E. cl. 88; C.K. cl. 79; M.M., cl. 93; C.V., cl. 83; B.C. cl. 70; D.N.A., cl. 66 e pregiudicato, già avvisato orale; e F.F., cl. 84,). Eseguiti infine sequestri preventivi, per equivalente e di un ammontare di oltre 320 mila euro, a carico di sei medici di base: R.U. cl. 55 (46.140,25 €); C.F., cl. 54 (41.296,90 €); G.D., cl. 57 (13.075,17 €); S.T., cl. 58 (1.750,50 €); C.F.A., cl. 51 (21.115,56 €) e R.F., cl. 60 (7.803,07 €).

A sei anni di distanza, il processo innescato da quei fatti è giunto a conclusione con le richieste di condanna a carico delle persone coinvolte.