Lun 15 Ago 2022
spot_img
HomeAttualitàVia libera dal Ministero: a Cosenza...

Via libera dal Ministero: a Cosenza nascerà l’Orchestra Sinfonica Brutia

“E’ una giornata storica per la città di Cosenza. Per la prima volta nella sua storia, infatti, Cosenza assiste alla nascita di un’Orchestra riconosciuta dal Ministero della Cultura e che potrà mettersi alla guida di una vera ripartenza delle attività culturali e musicali in città, con la prospettiva di far registrare anche positive ricadute sul piano occupazionale e di riaccendere la speranza dei giovani musicisti che studiano e si formano alle nostre latitudini”.

E’ palpabile l’entusiasmo del Sindaco Franz Caruso alla notizia che l’Orchestra Sinfonica Brutia della città di Cosenza è stata ammessa, dalla Commissione consultiva Musica del Ministero della Cultura, al contributo del Fondo Unico dello Spettacolo (FUS) per il 2022. Si concretizza, pertanto, l’iter attraverso il quale l’Associazione Orchestra Sinfonica Bruzia, di cui è Presidente il Sindaco Franz Caruso e direttore artistico il maestro Franesco Perri, direttore del Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza, aveva concorso al finanziamento del FUS, sulla scorta di quanto previsto dal Decreto Ministeriale n.377 del 25 ottobre 2021 che aveva introdotto, all’art.19 comma 3,  la possibilità per i Comuni sede di conservatorio, di promuovere, in via prioritaria, la costituzione di istituzioni concertistico-orchestrali.

“E’ un risultato importantissimo – ha commentato ancora il primo cittadino – che premia una grande progettualità e l’impegno che io per primo, l’Amministrazione comunale ed il direttore del Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” Francesco Perri abbiamo profuso per far nascere questa Orchestra che per Cosenza significa anche poter dare nuovi orizzonti lavorativi ai ragazzi che studiano musica, anzitutto nel Conservatorio della città,  perché saranno loro soprattutto i protagonisti di questa nuova compagine orchestrale. L’Orchestra sinfonica Brutia nasce, infatti, per i giovani musicisti, ma, poiché avrà sede nel Teatro “Rendano” dovrà rappresentare l’inizio di un nuovo cammino proteso alla ripresa a pieno regime delle attività del nostro teatro di tradizione.

All’orizzonte dobbiamo scorgere – ha aggiunto Franz Caruso – non solo l’apertura di un nuovo percorso di valorizzazione della musica nella nostra città, ma anche la possibilità di dar vita a collaborazioni prestigiose con altre orchestre sinfoniche e con altre città. Coltivo, in tale direzione, il proposito di aprire un dialogo sinergico con l’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli. Adesso il territorio deve sentire sua l’Orchestra Sinfonica Brutia – ha aggiunto il Sindaco Franz Caruso.

Abbiamo, infatti, bisogno del sostegno di tutti: dalle istituzioni alle associazioni, agli altri enti che hanno una personalità giuridica e che potranno sostenere l’Orchestra, in qualità di soci. Ci auguriamo che intorno a questo organismo musicale si raccolgano le migliori energie, non solo della città, in modo da potergli garantire un cammino sicuro, intanto con il sostegno del Ministero della Cultura, ma anche con quello della Regione e degli altri enti territoriali, che a vario titolo, potrebbero partecipare a quella che reputiamo una storica sfida culturale”.

Il Sindaco Franz Caruso ha rivolto un particolare ringraziamento anzitutto al direttore del Conservatorio Francesco Perri che dell’Orchestra è direttore artistico. “La perfetta sintonia che c’è stata tra di noi in questo cammino – ha aggiunto il Sindaco-  è stata premiata dal risultato ed io auguro al maestro Perri e a tutti gli orchestrali non solo buon lavoro, ma anche di raccogliere i frutti di questa importante semina”. Il Sindaco ha ringraziato anche per l’impegno profuso la dottoressa Annarita Callari, funzionaria del Settore Cultura del Comune “che – ha detto il primo cittadino – si è spesa con caparbietà e tenacia nel perseguire l’obiettivo”.

L’Orchestra Sinfonica Brutia di Cosenza, espressione dell’Amministrazione comunale è stata ammessa al contributo del FUS insieme ad altri nove organismi che fanno capo alle città di Udine, Rovigo,  Pesaro, Frosinone, Campobasso, Matera, Foggia, Potenza e Vibo Valentia.

Il riconoscimento all’Orchestra Sinfonica Brutia prevede che si svolgano 5 mesi di attività all’anno per un minimo di 2.000 giornate lavorative. 

Le audizioni per l’Orchestra si sono già tenute al Teatro Rendano in questo mese di luglio con la selezione di 41 professori d’orchestra idonei. Il progetto artistico prevede l’utilizzo dell’Orchestra sia in attività di produzione che in coproduzioni e ospitalità. E’ di tutta evidenza che l’Orchestra Sinfonica Brutia sarà utilizzata anche nelle stagioni liriche del “Rendano”.

A questo proposito il Ministero della Cultura ha giudicato idoneo ed ammesso al contributo del FUS anche il progetto lirica (direttore artistico il maestro Luigi Stillo), presentato dal Comune di Cosenza.