Mer 10 Ago 2022
spot_img
HomeCulturaMusicaPeperoncino Jazz Festival, domani e mercoledì...

Peperoncino Jazz Festival, domani e mercoledì 4 le due tappe a Montalto Uffugo

In occasione di questa sua XXI edizione, dopo aver letteralmente inondato di suoni la Sila e prima di approdare sullo Ionio cosentino, il Peperoncino Jazz Festival si appresta a tornare a far tappa, dopo una lunghissima assenza, nell’accogliente centro storico di Montalto Uffugo con un’interessantissima “tre giorni” di jazz internazionale ad ingresso libero in quanto fortemente voluta dall’assessore alla Cultura Gianfranco Bria e da tutta l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pietro Caracciolo

DOMANI SERA (mercoledì 3 agosto) alle ore 22 il primo a salire sul palco allestito nella panoramica Piazzetta Rizzo sarà una vera e propria leggenda del Jazz contemporaneo: PAUL WERTICO, storico batterista del Pat Metheney Group, musicista che per oltre 18 anni (dal 1983 al 2001) ha girato il mondo in compagnia del più grande chitarrista di jazz esistente (con il quale ha vinto ben 7 Grammy Award), affinando la sua tecnica, cominciando a lavorare sull’uso dei piatti (che diventerà, poi, una sua caratteristica riconosciuta a livello mondiale), diventando un elemento fondamentale della formazione, nonché un punto di riferimento per i batteristi che lo sostituiranno. Lasciato il gruppo nel 2001 per motivi personali, negli ultimi anni Wertico ha continuato a suonare (creando più gruppi da leader), collaborando con musicisti quali Larry Coryell, Kurt Elling, Jeff Berlin e tanti altri.

Ad accompagnarlo in questo inedito tour europeo, che farà tappa nella bella terra di Calabria, due talentuosissimi musicisti italiani; il notevole contrabbassista Gianmarco Scaglia, l’eclettico pianista Fabrizio Mocata.

I tre musicisti daranno vita ad una serata ricca di suggestioni contemporanee e sonorità moderne, che spazierà da composizioni originali all’esecuzione di brani improvvisati sul momento.

Il giorno seguente (giovedì 4 agosto), invece, per la seconda serata del XXI PJF in quel di Montalto, il direttore artistico del festival musicale più piccante d’Italia, Sergio Gimigliano ha scelto un progetto originale di caratura internazionale, che avrà come protagonista il grandissimo musicista statunitense ERIC DANIEL, carismatico sassofonista dalle mille collaborazioni importanti (tra cui quelle con Zucchero, Natalie Cole, Alex Britti, Andrea Bocelli, Joe Cocker, Gino Paoli, Antonello Venditti, Tom Jones, Amii Stewart, George Benson. E, ancora, Paul Young, Randy Crawford, Jerry Lewis, Stevie Wonder, Ella Fitzgerald, Gil Evans, Eduardo De Crescenzo, Toots Thielemans, Mike e Randy Brecker).

La serata, che avrà inizio alle ore 22 e sarà e ambientata nel suggestivo Chiostro di San Domenico, sarà all’insegna del fascino e della sensualità del tango argentino (cui il progetto vuole rendere omaggio) e delle altre musiche caratteristiche del Sud del mondo.

Il celebre musicista americano, infatti, per l’occasione dialogherà musicalmente con l’affiatato duo “IN MILONGA” – formato dal contrabbassista Sasà Calabrese (collaboratore di grandi nomi del jazz italiano, nonché di artisti del calibro di Mario Venuti, Rossana Casale, Gegè Telesforo, Joe Amoruso, Linda Valori, Mia Cooper ecc.) e dal fisarmonicista Salvatore Cauteruccio (già applaudito, tra gli altri, al fianco di Geoff Westley, Mariella Nava e dell’attrice Anna Mazzamauro), che ha alle spalle numerose collaborazioni in varie produzioni importanti – dando vita ad una serata coinvolgente e ispirata alle sonorità mediterranee.

Dopo queste due tappe consecutive, il PJF tornerà per la terza volta a far tappa nella città calabrese a cui è strettamente legato il famigerato compositore Ruggero Leoncavallo, per un terzo, ultimo concerto, anch’esso di rilievo internazionale (patrocinato dalla Fondazione per la Cultura svizzera Prp Helvetia) con il concerto del duo composto da YUMI ITO e SZYMON MIKA, in programma il 21 agosto alle ore 22 nel Chiostro di San Domenico.