Dom 25 Set 2022
spot_img
HomeAttualitàSalute&BenessereCovid, anche nelle farmacie calabresi al...

Covid, anche nelle farmacie calabresi al via la vaccinazione con i sieri bivalenti

Facendo seguito all’approvazione dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema) dello scorso 1° settembre, anche la Commissione Tecnico Scientifica dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), nella seduta del 5 settembre, ha dato il via libera all’utilizzo dei vaccini bivalenti Comirnaty e Spikevax come dosi booster.

Le farmacie calabresi continuano a rispondere prontamente alle richieste di salute della collettività e a confermarsi centrali nella lotta al Covid-19. Sarà quindi disponibile in farmacia il vaccino bivalente, contenente due ceppi del virus Sars CoV-2, quello originale isolato all’inizio del 2020, e Omicron BA.1, comparso come variante a novembre del 2021 e diventato prevalente con le sottovarianti BA.4 e 5, che oggi sono responsabili del 90% delle infezioni. Entrambi i vaccini sono sviluppati con la tecnologia dell’Rna messaggero, prodotti dalle aziende Moderna e Pfizer/Biontech.

La formulazione bivalente Original/Omicron BA.1 dei due vaccini a m-RNA, Comirnaty e Spikevax è raccomandata prioritariamente:

– a coloro che sono ancora in attesa di ricevere la seconda dose di richiamo, in base alle raccomandazioni e le tempistiche già previste per la stessa includendo anche operatori sanitari, operatori e ospiti delle strutture residenziali per anziani e donne in gravidanza;

– a tutti i soggetti di età uguale o superiore a 12 anni ancora in attesa di ricevere la prima dose di richiamo, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il completamento del ciclo primario, con le tempistiche già previste per la stessa.

Il Comitato Tecnico Scientifico ha comunque ricordato che la popolazione maggiormente esposta a rischio di malattia grave è rappresentata dagli over 60, oltre che dai soggetti che presentano una serie di fattori concomitanti, per i quali Aifa raccomanda la dose booster.

Le farmacie calabresi continuano a rispondere prontamente alle richieste di salute della collettività e a confermarsi centrali nella lotta al Covid-19.