Lun 28 Nov 2022
spot_img
HomeAttualitàEconomiaCosenza, forse è la volta buona!...

Cosenza, forse è la volta buona! Stabiliti i lavori per gli interventi nel centro storico

Il Consiglio comunale, presieduto da Giuseppe Mazzuca, ha approvato, nel pomeriggio di ieri, alla presenza del Sindaco Franz Caruso, il bilancio consolidato 2021, ai sensi dell’art. 11-bis del d.Lgs. n. 118/2011. La pratica contabile ha avuto il via libera dell’aula con il voto favorevole di 18 consiglieri, compreso il Sindaco Franz Caruso, e il voto contrario dei consiglieri comunali Bianca Rende e Francesco Luberto (Gruppo Bianca Rende Sindaca). La minoranza ha, invece, abbandonato l’aula un attimo prima della votazione, quando una risoluzione proposta, a nome di tutta la minoranza, dal consigliere comunale Giuseppe D’Ippolito, e nella quale veniva chiesto di differire la discussione ed il voto sul punto all’ordine del giorno alla prima seduta utile, è stata posta in votazione dal Presidente del Consiglio comunale Mazzuca e, subito dopo, respinta.

Il Consiglio comunale ha dato il via libera anche al riconoscimento dei debiti fuori bilancio posti all’ordine del giorno. In questo caso hanno votato a favore anche Bianca Rende e Francesco Luberto (sui punti 2, 3 e 4), mentre sul quinto punto si sono astenuti. Da ultimo, l’assemblea di Palazzo dei Bruzi ha approvato, all’unanimità dei presenti, il progetto definitivo riguardante l’intervento di mitigazione del rischio frana nel centro storico e nelle aree contermini.

Su bilancio consolidato e riconoscimento dei debiti fuori bilancio la discussione è stata unica, mentre alla votazione si è proceduto punto per punto.

Dopo la votazione sia al consolidato che al riconoscimento dei debiti fuori bilancio si è passati alla discussione dell’ultimo punto all’ordine del giorno: l’approvazione del progetto definitivo riguardante l’intervento di mitigazione del rischio frana nel centro storico e nelle aree contermini.

Il Vice Sindaco ha poi ricordato l’iter procedurale risalente al gennaio del 2018 quando venne sottoscritto l’Atto integrativo dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e la Regione Calabria e finalizzato proprio all’attuazione di interventi urgenti e prioritari di difesa del suolo per la mitigazione del rischio idrogeologico da effettuare nel territorio regionale. L’iter si era bloccato all’agosto del 2018, quando venne sottoscritta la Convenzione di avvalimento tra il Comune di Cosenza e il Commissario Delegato per l’emergenza idrogeologica in Calabria. Da quel momento trascorsero inutilmente tre anni, eccezion fatta per una gara, prima bandita, poi sospesa, infine revocata. Il finanziamento previsto per il Comune di Cosenza è di 6 milioni e 895 mila euro. La Giunta, a febbraio di quest’anno ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica che è stato rielaborato riportando la corretta localizzazione degli interventi nelle tre macroaree individuate nello studio di fattibilità e cioè: il Centro storico, Donnici e Borgo Partenope-Sant’Ippolito. Il 21 febbr di quest’anno è stata bandida la gara europea a procedura telematica aperta. “Ora in Consiglio – ha aggiunto Funaro – arriva il progetto definitivo che interviene su diverse zone strategiche: Via Soluzzo Cavalcanti, che è la strada di collegamento della zona Sud della città con il cimitero cittadino che anche di recente è stata oggetto di temporanea chiusura e di un restringimento di carreggiata, a causa di un movimento franoso; Via Garibaldi- via Grotte San Francesco d’Assisi, che è l’unica via di accesso per un nutrito gruppo di abitazioni del centro cittadino; Corso Vittorio Emanuele II, che è l’arteria di collegamento al Centro storico (lato est) che conduce al Castello Normanno-Svevo e al Liceo Classico Telesio”, salita Nicola Adamo, unica via d’accesso per le abitazioni che insistono sulla stessa; il tratto di competenza comunale della strada provinciale 241 che collega, tra le altre, la frazione di Donnici alla città; Via Jassa, unico accesso per le abitazioni che insistono sulla stessa; via Giovanni Macchione, unica strada di accesso alle scuole medie presso il bivio per Donnici; Contrada Canale, unica strada di accesso per i mezzi di soccorso alla zona di Donnici Superiore; la strada tra Sant’Ippolito e Borgo Partenope-Contrada Greci, unica arteria di collegamento tra le due frazioni.