Mer 24 Lug 2024
spot_img
HomeCostume & SocietàSpirito Mediterraneo, a Fuscaldo (CS) migliaia...

Spirito Mediterraneo, a Fuscaldo (CS) migliaia di persone per il successo della prima rassegna sugli amari calabresi

“La prima rassegna degli amari, dei distillati e degli spirits calabresi, che abbiamo avuto l’onore di ospitare nel nostro meraviglioso centro storico, ha riscosso ciò che ci aspettavamo, partendo da una massiccia ed ordinata partecipazione e dai giudizi, più che positivi, che abbiamo avuto modo di registrare in questi due giorni.

Ciò che mi piace sottolineare, è il successo di una Comunità tutta e di quei concittadini laboriosi ed attivamente impegnati, che fanno parte di quel cuore pulsante che la nostra Amministrazione comunale ha voluto rendere protagonista della nostra quotidianità e del nostro agire”.

È più che soddisfatto il sindaco Giacomo Middea: la prima rassegna regionale sul mondo degli amari, dei distillati e degli “Spirits” ha raccolto consensi, apprezzamenti e tantissima partecipazione. Migliaia di visitatori in due giorni.

L’evento è stato organizzato dal Comune di Fuscaldo insieme all’associazione “Volare” del presidente Antonio Volpentesta e del direttore Maria Brunella Stancato ed alle “Meraviglie del borgo”. Ed ha avuto il supporto, importante, della regione Calabria, di Arsac, della Proloco, dell’Unpli, dell’Università Mediterranea, del “Fatto in Calabria” rappresentata dal presidente Katia Oliva, di “Terredamare” e del Csv di Cosenza.

Taglio del nastro emozionante, alla presenza dell’assessore regionale Gianluca Gallo, del commissario Arsac Fulvia Caligiuri, di tutti i protagonisti ma soprattutto delle due bande musicali del paese, dello spettacolo di danza e dei giocolieri del fuoco, tra sorrisi e condivisione.

Oltre 26 aziende presenti, ognuna delle quali inserita in un contesto magico, il centro storico di Fuscaldo che ha aperto i suoi famosi “portali” ed ospitato talenti da ogni parte d’Italia, compresi i maestri scalpellini. Anche il gruppo Caffo, che ha “aperto” il mercato per i liquori calabresi, è stato protagonista indiscusso con la presenza del patron, Nuccio Caffo, che è stato premiato insieme ad altri imprenditori ed istituzioni.

Alla kermesse hanno partecipato altri importanti partner creativi, così da offrire un palcoscenico privilegiato per liquorifici e distillerie, sia storiche che emergenti, permettendo loro di presentare al pubblico le loro prelibatezze e di condividere la passione per l’arte della liquoreria e della distillazione.

Liquori e “Spirits” in prima fila, tra degustazioni guidate, incontri con produttori, e seminari tematici, i visitatori hanno l’opportunità di approfondire le tecniche di produzione, le tradizioni e le tendenze del settore. Il tutto assieme allo spirito musicale, alla spiritosa comicità, alla spiritualità religiosa allo spirito di identità alle radici, all’appartenenza.

Workshop importanti come quello sulla “Calabria Spirits Brand & Design” organizzato dall’Università Mediterranea di Reggio Calabria con la professoressa Francesca Giglio e molto apprezzati, anche, quelli di Arsac ed Agenzia delle Dogane con i direttori ed i responsabili regionali in prima llinea. Così come quelli della Rete rurale nazionale che hanno fatto riflettere.

“Un grazie particolare va a chi si è speso, giorno e notte, per la riuscita dell’evento e per allestire una macchina organizzativa perfetta ed efficiente. Ringrazio tutta la squadra amministrativa ed il nostro consigliere delegato, Carmine Scrivano, sempre presente ed affabile, i volontari e le associazioni che non hanno risparmiato energie per realizzare le meraviglie che abbiamo potuto ammirare. Grazie agli standisti, ai cittadini di Fuscaldo ed a tutte le amiche e gli amici che, insieme, hanno rappresentato l’anima di Spirito Mediterraneo”, la chiosa del sindaco.

Una bellissima festa ed una rassegna che ha posto basi importanti per il futuro. Fuscaldo è stato, per due giorni, al centro del Mediterraneo con la presentazione, unica al Sud, dei migliori beach club d’Italia alla presenza dei due curatori, Andrea Guolo e Tiziana Di Masi coordinati dalla giornalista Giovanna Pizzi, insieme ai 12 stabilimenti calabresi inseriti nella prestigiosa guida e presenti per la speciale occasione.

E poi i premi, presentati dalla conduttrice Maria Rosaria Gairo e realizzati dalla designer Luigia Granata, che ha convinto tutti ed inorgoglito Spirito Mediterraneo. Non per ultima, la comunicazione social del gruppo Igers, che ha moltiplicato la visibilità dell’evento.

Prezioso è stato il supporto dato dai GAL (GRUPPI DI AZIONE LOCALE) presenti, partendo dal Nord della Regione Il Gal Pollino, Il Gal Sibaritide, il Gal Valle Crati ed il Gal Sila presenti con le esposizioni delle aziende che orbitano nei loro territori che producono amari e spirits.

Importantissima la presenza del Consorzio dell’Olio di Calabria IGP che ha voluto fortemente essere presente in quanto l’olio extravergine non solo ha ispirato una azienda presente a realizzare un suo prodotto distillato con l’olio appunto, ma anche per promuovere le tantissime possibilità di utilizzo nell’ambito della cucina e nell’ambito della nuova frontiera dell’antiage, così come ha affermato l’Arsac in un suo prezioso intervento convegnistico dove ha informato i partecipanti che si stanno sperimentando l’unione tra l’Elicriso pianta officinale presente nel Mediterraneo e l’olio extravergine prodotto in Calabria ed esportato in tutto il Mondo attraverso i canali di distribuzione classici ed attraverso anche la partecipazione ad eventi di promozione d’eccellenza quale aspira ad essere Spirito Mediterraneo che si candida a diventare un contenitore di eccellenze che provengono dal Mediterraneo e si incontrano per essere degustati, conosciuti e ammirati.