Mer 24 Lug 2024
spot_img
HomeCostume & SocietàCartone per bevande: dove lo butto?

Cartone per bevande: dove lo butto?

Sono i particolari a fare la differenza tra una buona e un’ottima raccolta differenziata. Tra questi, ad esempio, il corretto conferimento dei cartoni per bevande nella carta. Imballaggi che seppur composti di cellulosa vergine al 75%, plastica al 20% e alluminio al 5% sono riciclabili e valorizzati dal sistema industriale del riciclo.

Per sensibilizzare i cittadini ad effettuare correttamente la raccolta differenziata dei cartoni per bevande, COMIECO (Consorzio nazionale di recupero e riciclo degli imballaggi a base Cellulosica) e Calabria Maceri hanno avviato un’importante campagna informativa dal titolo “Nella carta? Sì”.

 

Una volta recuperati, questi imballaggi vengono avviati a riciclo nella cartiera Lucart (in provincia di Lucca) che ne valorizza tutte le componenti: le fibre di cellulosa diventano nuovi fogli di carta di ottima qualità per la produzione di articoli per l’igiene (fazzoletti, carta igienica, tovaglioli). Mentre, plastica e alluminio sono utilizzati per creare nuovi oggetti di uso comune, come articoli per la casa.

 

La campagna informativa – che si protrarrà per le prossime due settimane ed interessa i Comuni serviti da Calabra Maceri – si svilupperà attraverso diverse azioni: sulla stampa, con affissioni, in radio e sul web. Un’attività che è supportata dall’impianto Calabra Maceri tecnologicamente attrezzato per la corretta separazione dei cartoni per bevande.

 

“Da Febbraio 2024 nei nostri impianti di selezione della carta, per la prima volta da quando abbiamo installato i selettori ottici, nel 2017, abbiamo avviato l’intercettazione sperimentale dei cartoni per bevande” – commenta Attilio Pellegrino, Amministratore Unico Calabra Maceri. di Calabra Maceri. “Abbiamo accolto di buon grado la proposta di Comieco di una campagna di comunicazione mirata per far luce sul reale ciclo di recupero di un materiale che per tanti presenta ancora molte perplessità. Nel nostro caso specifico abbiamo sempre e solo indicato nelle campagne di comunicazione avviate nei comuni da noi serviti, “Carta e Cartone” come destinazione per i cartoni per bevande, però ci rendiamo conto che nonostante i profusi sforzi nell’indirizzare i cittadini verso il corretto conferimento, ad oggi ci ritroviamo molti poliaccoppiati nel multimateriale leggero. Da quando abbiamo iniziato la sperimentazione, abbiamo constatato che i cartoni per bevande rappresentano il 3% degli imballaggi cartacei complessivamente avviati a selezione.

Tuttavia, siamo assai interessati a sapere – conclude Pellegrino quanto la campagna di comunicazione realizzata da Comieco inciderà sul recupero di un materiale che sempre più entra a far parte delle nostre vite, sostituendo in molti casi la plastica, per la sua praticità, versatilità e sostenibilità”.

 

“Obiettivo della campagna che parte oggi è informare e motivare le famiglie ma anche le utenze come bar e ristoranti a differenziare con la carta e gli altri imballaggi cellulosici i cartoni per il latte, i succhi frutta e altri alimenti evitando così si “perdano” nei rifiuti indifferenziati” spiega Roberto Di Molfetta, Vicedirettore Comieco. “L’impianto Calabra Maceri seleziona attualmente circa 6 tonnellate al mese di cartoni per bevande, stimiamo che con la campagna on-air in questi giorni si possa raddoppiare tale risultato”.