Mer 24 Lug 2024
spot_img
HomeCronacaDipendente riceve oltre €250.000 per differenze...

Dipendente riceve oltre €250.000 per differenze retributive non pagate, azienda del cosentino condannata

Una nota società di vendita auto, centro revisioni ed officina meccanica sita in c.da Motta di Castrolibero è stata condannata dal Tribunale del Lavoro di Cosenza, dott. Vincenzo Lo Feudo, al pagamento di oltre € 250.000,00 in favore di un proprio ex dipendente M S. – difeso dall’avvocato Andrea Amatruda del foro di Cosenza, specialista in diritto del lavoro – per differenze retributive relative al periodo 2008/2020.

In particolare, la sentenza pronunciata il 12 giugno scorso ha consentito di accertare la cessione occulta d’azienda realizzata, all’inizio del 2014, da una società ad un’altra, quest’ultima solo formalmente intestata ad altri, ma in realtà gestite dalla stessa persona, analogamente alla precedente società.

 

L’istruttoria di causa ed i testimoni escussi hanno consentito di accertare tanto il fenomeno successorio tra la due società (con conseguente trasmissione degli atti alla Guardia di Finanza di Cosenza per l’illecito tributario connesso alla omessa stipula dell’atto di cessione d’azienda e della sua registrazione), sia l’espletamento di attività full time del dipendente, che hanno dato luogo alla maxi condanna economica in danno del datore di lavoro.

L’avvocato Andrea Amatruda ha così commentato l’esito del giudizio: “La sentenza ha integralmente confermato ogni assunto attoreo e richiesta economica formulata con ricorso, consentendo altresì di portare alla luce l’occulta cessione d’azienda operata datore di lavoro che, con ogni probabilità, darà avvio ad altro procedimento per l’illecito tributario commesso”.