Ven 18 Giu 2021
Advertising
Home Politica Rende, si punta su commercio e...

Rende, si punta su commercio e movida, addio alla Tosap

L’obiettivo è, senza dubbio, quello di incrementare il commercio, non farlo “morire” rispetto alla limitrofa Cosenza e rilancialo, laddove fosse possibile. Come? L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Manna, prova a sperimentare abolendo la tassa denominata “Tosap” per le attività di alcune zone specifiche della città.  “La sperimentazione non ha precedenti, le attività commerciali di ristorazione e bar di Rende saranno esonerate dal pagamento della Tosap, la tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche. La decisione del Comune mira a valorizzare il commercio, promuovendo le attività virtuose che investono sul territorio”, dicono dal municipio, con una certa enfasi.

Basterà? In attesa della modifica del regolamento che disciplina la Tosap in città, intanto, Manna ha avviato la sperimentazione per le attività presenti nelle seguenti aree: zone del centro storico, di Quattromiglia ubicate in via G. Rossini, di Commenda ubicate in Via F.lli Bandiera, di Roges ubicate in Via Busento. La sperimentazione durerà fino al prossimo 31 dicembre. Per ottenere l’esonero del pagamento della Tosap, assieme all’ istanza di occupazione suolo pubblico, le imprese dovranno presentare la relazione tecnica e perizia delle opere da realizzarsi secondo quanto stabilito nel provvedimento, <<elaborato sulla scorta delle indicazioni degli assessori alle Attività Produttive, Bilancio e Urbanistica>>.

I criteri elencati mirano a valorizzare il decoro urbano, ovviamente. Niente ombrelloni con scritte sgargianti e comunque con colori non linea con il contesto urbano. Sì alle fioriere, elemento di arredo fondamentale per la valutazione dell’impatto della concessione del suolo pubblico sull’area comunale che l’ente intende valorizzare, sì alle pedane, ma con limiti ben precisi. <<Abbiamo voluto legare la sperimentazione- ha sottolineato l’assessore all’Urbanistica Pasquale Costabile-  alla valorizzazione del territorio, premiando quelle imprese che partecipano al decoro urbano in maniera significativa>>.

Il Comune sta inoltre predisponendo una modifica del regolamento per l’applicazione della tassa per l’occupazione spazi ed aree pubbliche: <<Abbiamo deciso di avviare la sperimentazione nel periodo estivo- ha aggiunto l’assessore alle attività produttive Domenico Ziccarelli –  per sostenere ed incentivare le imprese in uno dei periodi di maggiore afflusso, garantendo al contempo agli utenti la possibilità di fruire di ambienti piacevoli>>.

A Costabile e Ziccarelli si aggiunge anche l’assessore al bilancio, Pierpaolo Iantorno: <<il provvedimento si inserisce nell’ambito delle azioni concrete che l’amministrazione Manna sta portando avanti in direzione del sostegno e della valorizzazione delle attività presenti sul territorio. In un contesto economico difficile, il Comune pur nelle ristrettezze di bilancio, ha deciso di tagliare le tasse, premiando chi investe sul territorio>>.