Home Attualità Spettacolo Tutto pronto per il Gran Gala...

Tutto pronto per il Gran Gala internazionale della danza

C’è grande attesa per il Gran Gala internazionale della danza che tra poco più di un mese vedrà protagonisti danzatori e coreografi di fama mondiale nel corso del quale sarà conferito il Premio “Isabella Sisca per le arti dello spettacolo”.  La serata del 7 giugno, che si terrà al TAU, coinciderà, tra l’altro, con l’inizio del saggio accademico, tradizione che l’imprenditrice cosentina porta avanti da oltre quarant’anni nei teatri più importanti della nostra regione. Madrina d’eccezione sarà Carla Fracci, accompagnata per l’occasione dal marito Beppe Menegatti, regista a livello internazionale. Ancora, tra i presenti, il maestro Luciano Cannito, coreografo e regista,legato alla Sisca da un lungo rapporto professionale e punto di riferimento per moltissimi allievi. Nei prossimi giorni l’artista pugliese sará nella cittá bruzia per perfezionare le coreografie del saggio. Nel frattempo è tornato ad essere uno dei protagonisti della nuova edizione del serale di “Amici 18”, il talent show condotto da Maria de Filippi su Canale 5. Tra i suoi più significativi e recenti impegni vi è anche lo spettacolo “Carmen”, vincitore per due volte di fila del “Biglietto d’Oro” per lo spettacolo di danza più visto in Italia con protagonista la moglie Rossella Brescia. Altri due nomi importanti animeranno il cuore degli spettatori nel Gala di giugno: Samuel Peron, professionista dell’amato talent di Raiuno “Ballando con le stelle”, condotto da Milly Carlucci e Joe Lampugnani, il vulcanico maestro di Tap Dance, accreditato non solo in Italia, ma anche sui palcoscenici più noti del mondo. Insomma, si preannuncia davvero eccellente la stagione che chiuderà l’anno accademico. Una stagione all’altezza di una donna come Isabella Sisca che ha sempre arricchito la sua città di tasselli preziosi. Che ha costellato la sua vita di successi, che ha sempre saputo rinascere e amare ogni singolo allievo come un figlio. E che ha sempre avuto il coraggio delle proprie scelte, anche quando queste le hanno fatto correre il rischio di andare controcorrente.

Antonio Sergi