Calcio Serie B: una decisione che stravolge tutto!

8
Il Tar da ragione al Foggia
calcio serie b

di Enrico Newton Battaglia

Una decisione, quella presa ieri dal Consiglio direttivo della Lega Nazionale Professionisti Serie B, che sta facendo discutere molto sui social. Tra le tante spiccano le voci del primo cittadino di Foggia, Franco Landella, definendo “assurda e scandalosa” la decisione di ieri sera, sottolineando la gravità, sempre secondo Landella, di modificare le regole di un campionato in corso; e quella di Joe Tacopina ( presidente del Venezia) che, a parte la giusta decisione presa nei confronti del Palermo, dice, qualsiasi altra sentenza incoraggerebbe i club a non rispettare il regolamento. Per quanto riguarda le zone alte della classifica, invece, questa decisione regala un po’ di speranza al Perugia che viene ammesso ai play-off e che quindi rientra nella corsa alla promozione. In ambito social non si è fatto attendere, più di tanto, lo sfogo di due tifosi foggiani noti al pubblico del piccolo schermo per la loro comicità pungente, Pio e Amedeo che hanno commentato cosi:

“Quanto ci fa schifo questo calcio, quanto ci fa schifo il potere e l’arroganza, quanto ci fa schifo questo paese quando succedono queste cose… questi giocano con i sentimenti delle persone…non ce l’abbiamo con nessuna squadra, e dispiace tanto per il Palermo e dispiace anche per una piazza come Salerno, presa in giro da quel coso…perchè questo è oltre, questo è abuso di potere , perchè il calcio è della gente e ci vuole rispetto!!!!”

Per le altre squadre rimane tutto invariato se non la posizione in classifica, che vede tutte risalire di un posto, ma senza risvolti eclatanti.

Una decisione, questa, che rende ancora più “incasinato” il campionato, che già dall’inizio aveva presentato delle difficoltà per le società in quanto, a campionato già iniziato, non era stato ben deciso il numero dei partecipanti.

Dall’anno prossimo tutto dovrebbe tornare alla “normalità”, ma nel frattempo, rimandando giudizi a tempo lecito, godiamoci quest’ultimo sprint per vedere chi sarà la terza promossa in Serie A.

Pubblicità