Home Attualità Una "stanza tutta per sè" per...

Una “stanza tutta per sè” per denunciare abusi e violenze

Da questa mattina la caserma “Caruso”, sede del Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza, ha messo a disposizione una sala per le audizioni protette delle vittime vulnerabili. Presenti alla cerimonia di inaugurazione le massime Autorità civili, militari e religiose della Provincia. L’iniziativa è il frutto di una fattiva collaborazione da tempo avviata con il Soroptimist Club di Cosenza, allo scopo di realizzare azioni concrete che possano rendere ancora più incisive le strategie in materia di prevenzione e contrasto alla violenza di genere. La sala, collocata in un’area riservata della Caserma “Filippo Caruso”, di Cosenza è destinata ad accogliere donne e bambini che, pur tra mille paure, decidono di affidarsi ai Carabinieri denunciando abusi e violenze.  

una stanza tutta per se carabinieri cosenza
una stanza tutta per se carabinieri cosenza

L’ambiente è stato tinteggiato con colori ed arredato con mobilio sulla base dei preziosi suggerimenti forniti da una squadra di psicologi e architetti, in funzione di renderlo particolarmente accogliente, rassicurante, confortevole e quanto più vicino all’idea di famiglia:da qui la denominazione una Stanza tutta per sé”.

inaugurazione una stanza solo per sè carabinieri cosenza
inaugurazione una stanza tutta per sè carabinieri cosenza

Durante la cerimonia si sono susseguiti gli interventi del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Cosenza, il Tenente Colonnello Piero Sutera, del Vice Presidente del Soroptimist International d’Italia Adriana Macchi, del Procuratore della Repubblica di Cosenza Mario Spagnuolo, del Presidente del Soroptimist Club di Cosenza Rosita Paradiso e della Prefetto di Cosenza, Paola Galeone.

inaugurazione una stanza solo per sè cc cosenza
inaugurazione una stanza tutta per sè cc cosenza