Sab 31 Lug 2021
Advertising
Home Economia Economia e Lavoro Confapi. Al via la quarta edizione...

Confapi. Al via la quarta edizione del Premio Alveare

Sfileranno nel Castello Svevo di Cosenza le eccellenze di Calabria scelte dalla territoriale di Confapi, casa delle piccole e medie imprese guidata dal Presidente Francesco Napoli. La manifestazione, prevista per il 30 luglio, rientra nella quarta edizione del Premio Alveare- il simbolo dell’associazione- di cui Napoli è vicepresidente. A ricevere il prestigioso riconoscimento saranno tredici aziende di eccellenza del territorio calabrese (una per ogni filiera) e alcune start-up che vantano la collaborazione con l’Università della Calabria. La serata sarà anche occasione di incoraggiamento per tutti quei giovani, laboriosi imprenditori impegnati nello sviluppo del territorio. Due i premi alla memoria riservati a imprenditori di successo che guidano attività fiore all’occhiello dell’economia regionale: il
Premio “Ninetto Quattrone”, alla sua terza annualità, in ricordo dell’indimenticato presidente di Confapi Calabria, e il Premio “Vito Napoli” dedicato al meridionalista ed esponente politico di origine calabrese. Durante la serata sarà, inoltre, sorteggiato un gioiello donato dalla gioielleria Scintille-Montesanto il cui ricavato andrà alla Fondazione “Il cuore in una goccia” del prof. Giuseppe Noia che riceverà la targa all’eccellenza calabrese nel mondo insieme ad un  influencer marketing di grande successo.
Numerosi, infine, saranno gli ospiti del prestigioso parterre.
“L ’impresa – ha evidenziato in una nota stampa il Presidente Napoli – è uno degli attori che al pari di istituzioni, opera in una comunità non solo come nodo e  snodo di relazioni, ma partecipando alla creazione di valori economico e sociale. L’idea e il valore dell’azienda non possono essere confinate esclusivamente ai, pur importanti, risultati di bilancio. L’impresa produce nella comunità locale posti di lavoro, salari, salute e benessere per le famiglie ed entrate fiscali.Passione e determinazione sono le vele che il vento può spingere”. Spazio, dunque, a chi fa della propria regione la ragione per eccellere.