Le frizzanti rivelazioni di Rocco Russo, un talento del calcio degli anni ’90

54
Pubblicità

Bomber di alta qualità degli Anni ’90, capace di incantare il pubblico e i tifosi. Un talento intercettato da società professionistiche di serie A e B. Questo era Rocco Russo. I retroscena dei provini, i grandi successi e le delusioni sono rintracciabili nel nuovo libro “O MAMMA, HO VISTO ROCCO RUSSO” di prossima pubblicazione da Informazione & Comunicazione. 

Nato a Cariati, Rocco Russo cresce in ambienti umili, ultimo di sette figli di una famiglia di pescatori. Sin da subito è attratto dal Santos, suo compagno per tutta l’infanzia. Si forma per strada, sulla spiaggia. Una passione innata, tant’è che dai primi anni di vita palleggia con tutto ciò che è di forma sferica. E ogni giorno, durante il tratto di strada da casa a scuola, non fa mai cadere a terra la palla.  

Il percorso professionale nella più brillante Cariatese, l’amore per Rossano e i colori della Rossanese, gli anni al Castrovillari e al Trebisacce con importanti gratificazioni, l’esperienza a Genova e il raduno con una squadra di serie A. La sua esperienza di allenatore e di istruttore nella scuola calcio. 

Per tutti era il successore del brasiliano Arthur Antunes Coimbra, meglio conosciuto come ZICO.

Ma perché non sfonda nel mondo del calcio Rocco Russo? Quali gli impedimenti? Il destino o altro? Le risposte nei racconti racchiusi in episodi, che riportano fasi e circostanze a briglie sciolte, senza filtri. Parla di amori ma anche di compromessi rifiutati. Che nel mondo del calcio sono all’ordine del giorno. 

Advertisement
Web Hosting