Home Economia Economia e Lavoro Il Comune di Cosenza conferma il...

Il Comune di Cosenza conferma il suo sostegno economico alla Biblioteca Civica

Il Comune di Cosenza anche nel 2019 conferma il suo sostegno alla Biblioteca Civica con il contributo annuale regolarmente previsto come posta di bilancio finalizzata.

E’ quanto è emerso nella seduta che la Commissione cultura di Palazzo dei Bruzi, presieduta dal Consigliere anziano Gisberto Spadafora, dato l’impedimento temporaneo della Presidente Alessandra De Rosa, ha tenuto nel pomeriggio di oggi per esaminare la situazione in cui versano attualmente l’istituzione culturale ed i suoi dipendenti.

Nel corso della riunione è stato ospitato il Dirigente del settore Cultura, Spettacolo, Musei e Ufficio Stampa, Giampaolo Calabrese che ha chiarito in Commissione la posizione dell’Amministrazione comunale.

“Anche quest’anno – ha detto Calabrese – il Comune di Cosenza assicurerà il suo sostegno alla Biblioteca civica, così come ha fatto per l’annualità 2018, per il 2017 e per tutte le precedenti annualità. Analizzando l’ultimo triennio – ha affermato ancora Giampaolo Calabrese – il Comune ha erogato 140 mila euro nel 2017, 104 mila euro nel 2018 e lo stesso importo nel 2019”.

Il Comune di Cosenza, per la parte relativa al suo conferimento (l’altro conferimento è a carico della Provincia)  – è stato spiegato in commissione cultura – destina, dunque, attualmente alla Biblioteca civica il proprio contributo. Un importo che varia nel tempo, stante la natura giuridica della Civica. Un contributo a scalare che diminuisce in funzione del numero dei dipendenti e dei pensionamenti che si succedono. Ciò significa che, se dal prossimo anno questo numero dovesse diminuire ancora, di conseguenza anche il contributo del Comune diminuirebbe. Di certo – è stato inoltre rimarcato in commissione Cultura – la Biblioteca civica necessita di una nuova governance. Il Sindaco Occhiuto si era detto favorevole ad una soluzione che contemplasse, a fronte di un maggior coinvolgimento del Comune, la possibilità di un ingresso dei dipendenti della Civica all’interno della pianta organica di Palazzo dei Bruzi, atteso il parere favorevole del Ministero. La Provincia di Cosenza, Ente al quale oggi fa capo la direzione della Civica, aveva avanzato la proposta di avviare con il Ministero dei Beni culturali un accordo di valorizzazione del personale della Nazionale (archivisti e bibliotecari) per far funzionare meglio la Civica prevedendo, inoltre, che quest’ultima entrasse nei sistemi bibliotecari nazionali.

“Contrariamente alle voci che si sono accavallate in questi giorni, il Comune di Cosenza – ha sottolineato il consigliere comunale, avv. Gisberto Spadafora – fa la sua parte a favore della Biblioteca civica. E’ chiaro che a nuovi scenari corrisponderebbe una rideterminazione dei contributi degli Enti sostenitori. Per parte nostra, di certo l’Amministrazione comunale non farebbe mai venir meno il suo sostegno alla Civica, da modulare sulla scorta delle future contingenze”. La Commissione cultura si è aggiornata ad una nuova seduta convocata per giovedì prossimo 1° agosto alla quale parteciperanno, oltre ai presenti di oggi, la Presidente Alessandra De Rosa e la direttrice della Biblioteca civica Antonella Gentile.