Lun 2 Ago 2021
Advertising
Home Attualità Cosenza, i commercianti di Via Trento...

Cosenza, i commercianti di Via Trento chiedono al sindaco più visibilità

Si sono riuniti questa mattina di buon’ora i commercianti di Via Trento per redigere una missiva da far recapitare al primo cittadino di Cosenza, Mario Occhiuto. Si sentono penalizzati e così di comune intento hanno deciso di mettere nero su bianco i loro pensieri e di stilare una richiesta da depositare presso il municipio, sperando in un accoglimento da parte dell’amministrazione della città dei bruzi

Egr.Signor Sindaco

Siamo i titolari delle attività commerciali che si affacciano sul tratto di strada di via Trento che è delimitato da Via Piave e Viale Trieste.

Questa nostra per chiederle la possibilità di inserire, questo tratto di strada, nel progetto di illuminazione che si sta attuando su via Piave e Via Isonzo e che prevede l’installazione di lampioni murali.

Sappiamo che tale tipo di illuminazione, peraltro già attuata su Corso Mazzini, è finalizzata a rendere la nostra Città più elegante ed armonica anche nell’aspetto architettonico.

Il tratto di strada su cui affacciano le nostre attività commerciali è, da sempre, penalizzato da traffico intenso e relativi disagi nella sosta, poca illuminazione  pubblica e un precario stato dei marciapiedi. Solo ultimamente è stata cambiata l’illuminazione portando in parte rimedio alla situazione descritta.

Si fa presente che questo tratto di Via Trento è collegato direttamente con il Corso principale della nostra città grazie ad una piccola piazzetta (Vico Corso Mazzini 1) che “unisce” Corso Mazzini a Via Trento, facendone dunque un’unica realtà.

Se fossero installate queste illuminazioni murarie, almeno sul lato dei negozi e nella piazzetta, ne guadagnerebbe   l’estetica e l’impatto architettonico  di questa  zona.  Tutto ciò sarebbe naturale complemento all’intervento, da Lei progettato, per rendere il corso principale più gradevole, in quanto via Trento è l’unica traversa parallela al corso naturalmente e storicamente unita allo stesso pedonalmente.

Anche noi commercianti di questa zona avremmo più visibilità ed, in tempi di crisi, le nostre attività potrebbero usufruire di maggiore affluenza di utenza. Ciò non solo per un aspetto egoistico, ma soprattutto per auspicare il ritorno del piccolo commercio di vicinanza che in una era di globalizzazione sta scomparendo, ma che è molto importante per ritornare ad avere relazioni e rapporti umani.

Certi di una Sua favorevole accoglienza cogliamo l’occasione per salutarla.

Cosenza,13-09-2019