Sab 31 Lug 2021
Advertising
Home Costume & Società Cosenza ospita la carovana della Mille...

Cosenza ospita la carovana della Mille e 118 miglia del soccorso

Attraversa l’Italia per spiegare ai bambini, ai ragazzi e agli adulti come si fronteggia un’emergenza, sia che si verifichi in casa, a scuola, al lavoro, per strada. E’ la carovana della “Mille e 118 miglia del soccorso”, nata dall’idea del Dott.Cristian Manuel Perez, medico anestesista e rianimatore bolognese, che con l’Associazione “La Sorgente onlus” di cui è direttore sanitario, gira la penisola per promuovere e divulgare la cultura del primo soccorso, della sicurezza stradale e del volontariato in ambulanza, all’insegna dei valori fondamentali come la solidarietà e il senso civico.

La carovana di mezzi, uomini e donne delle mille e 118 miglia del soccorso è arrivata anche a Cosenza per la sua terza edizione. Nelle prime due edizioni ha coinvolto 40 piazze in tutta Italia. Quest’anno, partita da Bologna, ha attraversato San Severino Marche, San Giovanni Rotondo, Cerignola, Napoli ed è arrivata a Cosenza da dove è poi ripartita con destinazione Reggio Calabria e Sicilia (con le tappe di Messina, Catania e Palermo). Subito dopo, trasferimento in Sardegna e al Nord Italia dove toccherà le città di Genova, Biella, Verona, Modena per poi far ritorno a Bologna. L’iniziativa a Cosenza è stata patrocinata dal Comune e si è tenuta in Piazza dei Bruzi. Medici, paramedici e autisti soccorritori hanno tenuto, a beneficio dei cittadini, piccoli corsi di primo soccorso, dimostrazioni di interventi in emergenza, simulando anche un “percorso ebbrezza” con l’ausilio di apposite maschere fatte indossare ai visitatori.

Accanto alle postazioni dimostrative e di apprendimento pratico, per acquisire familiarità con la prevenzione degli incidenti e la capacità di valutare le situazioni di emergenza, in Piazza dei Bruzi l’Associazione “La Sorgente onlus”, affiancata anche da altre associazioni di volontariato locali, ha portato, oltre a un parco automezzi costituito da ambulanze attrezzate, anche dei modelli-giocattolo per rendere più friendly  l’approccio con i più piccoli per i quali è stato pensato inoltre un fumetto, protagonisti “Amby e Meddy”, due personaggi disegnati proprio per i bambini, che con il linguaggio dei fumetti, spiegano i comportamenti da adottare in caso di incidenti.