Cosenza intitola una strada a don Francesco Mottola che tra qualche mese sarà Beato

10

Don Francesco Mottola, il santo sacerdote che ha unito contemplazione e carità dedicando la propria vita agli emarginati, tra qualche mese sarà Beato.

Considerato un faro del clero calabrese, nato a Tropea nel 1901 dove pure morì nel 1969, don Mottola definiva gli ultimi “i nuju du mundu” mettendoli al centro della sua missione pastorale. 

Gli è stato riconosciuto un miracolo avvenuto nel 2010, così l’inchiesta diocesana è in seguito passata alla fase romana della Congregazione delle Cause dei Santi dove il miracolo è stato vagliato da una Commissione medica, da una Commissione teologica e da una Commissione di Cardinali e Vescovi che hanno espresso parere favorevole. A questi voti è seguita l’autorizzazione di Papa Francesco. Il postulatore della Causa è don Enzo Gabrieli che sta seguendo l’inchiesta diocesana dal 2011.

La città di Cosenza, con il sindaco Mario Occhiuto e il presidente del Consiglio comunale Pierluigi Caputo, lunedì 14 ottobre intitolerà una strada a don Francesco Mottola.

La cerimonia si svolgerà alle 10 quando verrà scoperta la targa nei pressi dello svincolo autostradale di Cosenza Sud (sulla salita del Link Hotel) alla presenza di monsignor Luigi Renzo, arcivescovo di Mileto-Nicotera-Tropea, e monsignor Francesco Nolè arcivescovo di Cosenza-Bisignano. 

Pubblicità