Cosenza ufficialmente in dissesto, la conferma dalle Sezioni Riunite della Corte dei Conti

69
Pubblicità

Le Sezione Riunite della Corte dei Conti hanno confermato la deliberazione di dissesto emessa dalla Sezione Regionale nel luglio scorso.

Non si è riusciti non solo a ripianare il deficit ed i debiti ereditati anche dal passato, ma addirittura pare che lo stesso debito sia aumentato nel corso del tempo fino a raggiungere gli oltre 350 milioni. A questi vanno aggiunti ulteriori 30 milioni che, secondo una analisi della Corte dei Conti, non sono stati “contemplati” nel Bilancio per ammissione dello stesso Comune.

I numeri presentati alle Sezioni Riunite della Corte dei Conti, accompagnati con i relativi documenti contabili non sono stati infatti ritenuti idonei ad evitare il dissesto.

Da Palazzo dei Bruzi fanno sapere che, “essendo il Comune di Cosenza già in pre-dissesto non vi sarà alcuna conseguenza per i cittadini soprattutto in materia tributaria essendo le aliquote già stabilite nella massima misura sin dall’anno 2010”, ma sarà vero?

Il dissesto prevede la gestione straordinaria delle passività al 31.12.2018 quindi influendo sulla gestione ordinaria dell’Ente che dovrà certamente continuare nell’ottica di riduzione della spesa e miglioramento delle riscossioni per il miglioramento dei conti, dunque, a continuare a pagarne le “spese” saranno i cittadini.

Advertisement
Web Hosting