RC auto – la spesa media supera i 570 euro, come risparmiare?

Pubblicità

Avere un’automobile comporta diverse spese, che alla fine dell’anno hanno una certa importanza per le tasche degli italiani. Su una spesa media di oltre 1600 euro, quella più dispendiosa è legata al carburante (circa 890 euro ogni anno), mentre preoccupano meno i costi di bollo auto e revisione, appena sotto i 150 euro. La seconda in classifica è invece l’assicurazione, che arriva a 573 euro. Analizziamo quindi i dati di settore relativi a questa voce di spesa, cercando di capire quali sono gli accorgimenti da avere per ridurla.


Polizze in aumento: +6% a ottobre, Calabria sopra la spesa media

Dopo un settembre in lieve calo, il mese di ottobre ha fatto registrare dei dati piuttosto preoccupanti per gli automobilisti italiani. I dati di settore hanno infatti riportato un incremento del 6,58% rispetto allo scorso anno, con una spesa media pari a circa 1614 euro. Guardando le medie regionali, si notano costi molto più alti nelle regioni del Sud Italia: quella più dispendiosa in questo senso è la Campania, con una media di 1.100 euro, ma anche la Puglia e la Calabria presentano dei costi ben al di sopra della media nazionale. Nella nostra regione, infatti, i costi di mantenimento della vettura arrivano a 1783 euro in totale.

Molto più leggere le spese al Centro e al Nord: la regione più economica è la Liguria, ma anchce la Lombardia si posiziona bene, con delle polizze auto che costano in media appena 455 euro all’anno.

Suggerimenti per tagliare le spese

Se per il carburante e altri costi fissi non c’è molto da fare, per l’RC auto è possibile seguire alcuni suggerimenti che si rivelano molto utili per tagliare le spese e arrivare a un risparmio consistente alla fine dell’anno. Naturalmente il confronto online delle varie proposte delle compagnie aiuta a trovare quella più economica e alcuni siti possono essere di grande aiuto in questo senso: è possibile ad esempio richiedere su Facile.it un preventivo per l’assicurazione, per avere le idee più chiare sulla spesa che si dovrà affrontare ma soprattutto per trovare quella più conveniente sul mercato.

Tra le altre soluzioni utili in questa prospettiva c’è l’installazione della scatola nera: il motivo sta nel fatto che le compagnie assicurative si fidano di più del guidatore, in quanto il suo comportamento viene controllato proprio grazie a questa scatola; di conseguenza, i prezzi saranno molto minori rispetto alla media. Attenzione anche alla tipologia di polizza che si decide di stipulare: chi non usa l’auto tutto l’anno, ad esempio, può optare per un’assicurazione a tempo, così da non pagare a vuoto anche per i periodi in cui il veicolo è pressoché inutilizzato. Infine, a proposito di pagamenti, è consigliabile preferire un’unica rata a quelle trimestrali o addirittura mensili, in quanto fanno lievitare notevolmente i costi.

Advertisement
Web Hosting