Lun 6 Dic 2021
spot_img
HomeRUBRICHEAvvia il Tuo Piano BMarchi+3: ancora disponibile la registrazione di...

Marchi+3: ancora disponibile la registrazione di marchi dell’UE e internazionali

Rubrica ”Avvia il tuo Piano B”

a cura di Anna InfantePiano B Event Project Management

Marchi +3 è il programma di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi dell’unione europea e internazionali promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale per la Tutela della Proprietà Industriale – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.

In considerazione dell’esaurimento delle risorse inizialmente stanziate, il MISE ha provveduto, con l’avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.62 del 14 marzo 2019, a sospendere l’acquisizione del protocollo on line preordinato alla presentazione delle domande di agevolazione. 

Tuttavia, attraverso un incremento di dotazione finanziaria pari ad € 6.027.640,02 il MiSE ha disposto una nuova apertura dello sportello al 30 marzo 2020.  

La dotazione finanziaria disponibile è di € 9.544.385,94.  Il Bando è riservato alle MPMI italiane, e prevede il rimborso dei costi sostenuti per la registrazione dei marchi nella Unione Europea (80%) ed Internazionali (90%).

Riprenderà altresì l’iter delle domande già presentate che avevano ricevuto un numero di protocollo ma non avevano trovato copertura finanziaria. 

Per partecipare al Bando è necessario aver ottenuto la pubblicazione della domanda di registrazione da parte dell’Ufficio marchi competente. L’incentivo è strutturato su due misure, una inerente la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso l’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale, l’altra per la registrazione di marchi internazionali presso L’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale (OMPI)

Per entrambe le misure, l’agevolazione riguarda la progettazione del marchio; l’assistenza per il deposito effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato o centro PATLIB; le ricerche di anteriorità; l’assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione.

Tutte le spese, comprese le tasse di deposito, devono essere state sostenute a decorrere dal 1 giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

Ciascuna impresa può presentare, sia per la Misura A che per la Misura B, più richieste di agevolazione fino al raggiungimento del valore complessivo di 20.000 euro.

Per maggiori info puoi contattare Piano B Event Project Management scrivendo a: anna.infante@pianob.eu