Dopo uno stop di due anni, ritorna il carnevale ad Amantea

carnevale amantea 2020
Pubblicità

di Antonia Flavio

Il carnevale di Amantea, dopo una pausa “forzata” di due anni, ritorna  mantenendo la formula che è stata di successo nel passato, con qualche novità. Alle tre tradizionali sfilate dei carri e maschere (domenica 23, martedì 25 febbraio e domenica 1 marzo) nel centro cittadino, nel programma di quest’anno è stata inserita  un’anteprima per sabato 22 febbraio la “Notte delle Stelle Filanti”, organizzata dall’Associazione Commercianti “Vivi Amantea”.

Nell’anteprima di sabato, a partire dal primo pomeriggio e fino a notte inoltrata, le vie del centro saranno animate da gruppi musicali e varie attrazioni per ricreare il clima di festa e sano divertimento, principale ingrediente della festa di carnevale.
Come di consueto, la giornata del lunedì grasso, 24 febbraio, sarà dedicata ai bambini
con il “Carnevale dei piccoli”, un’allegra sfilata di mascherine per il centro, per concludersi in serata con la “Sagra della frittata di carnevale”, il piatto tipico della tradizione di Amantea.

I quattro gruppi che stanno realizzando i carri che parteciperanno alle sfilate del “Carnevale di Amantea – Allegria di Calabria” sono nel pieno dell’attività. I carristi, infatti, devono cercare di recuperare il ritardo accumulato a causa della partenza “ritardata”. Le condizioni minime per la realizzazione della manifestazione si sono, infatti, avute solo nello scorso mese di gennaio. Le ben note condizioni finanziarie del Comune di Amantea hanno dilatato i tempi per la concessione del patrocinio e il finanziamento della manifestazione e solo grazie alla tenacia e alla disponibilità dei carristi, quasi tutti giovani ma con comprovata esperienza e capacità, è stato possibile allestire una edizione del Carnevale che si preannuncia a livello del suo migliore passato. C’è da far rilevare che, anche a causa delle nuove norme sulla sicurezza degli spettacoli e delle manifestazioni, senza il contributo e il notevole apporto logistico dell’amministrazione comunale la manifestazione non si sarebbe potuta realizzare.

L’altra positiva novità, che fa ben sperare per il futuro della manifestazione, è il fattivo
apporto al Comitato Organizzatore “G. Brusco” pervenuto da associazioni cittadine,
l’Associazione Commercianti “Vivi Amantea” e il Consorzio Albergatori “Riviera degli Oleandri”, nonché da associazioni di volontariato come l’Auser.

È questa la giusta premessa perché il coinvolgimento di tutto il territorio possa portare a fruttuosi risultati di promozione della città e del suo comprensorio.

Pubblicità