Paura Coronavirus, altri 6 calciatori positivi al test: emergenza nel calcio italiano

Coronavirus-paura-calcio
Pubblicità

Sono ore di grande tensione per l’emergenza Coronavirus. Nuovi contagiati e che riguardano il mondo del calcio. “Attualmente i ragazzi del Picchio Calcio sono stati sottoposti chi in ospedale chi direttamente a casa a tampone. Ad ora risultano 6 persone contagiate dal Virus”. E’ il comunicato ufficiale del Picchio Calcio, la squadra dilettanti dove gioca il paziente 1, il 38enne risultato positivo al Coronavirus. Il calciatore sabato 15 febbraio era sceso in campo con la sua squadra, alcuni compagni hanno contratto il virus, “non hanno sintomi e – rende noto la società – verranno curati da casa”.

Invece non è stato fatto il tampone ai giocatori della Amatori Sabbioni. “Siamo tutti in quarantena, ma non abbiamo ancora fatto il tampone” dice il dirigente della società. “All’inizio ci avevano detto che sarebbero venuti a farci il tampone, ma poi la situazione e’ cambiata e ci hanno detto di restare in quarantena fino al 29 febbraio e di vedere come va, misurandoci la temperatura tre volte al giorno, perche’ i tamponi sono pochi. Stiamo tutti bene e lo capiamo benissimo pero’ – dice il dirigente – non neghiamo che ci sono tante persone preoccupate perche’ sono state a contatto con noi”. “La quarantena e’ pesante, stare chiusi in una stanza per due settimane non e’ il massimo, io abito con i miei genitori e dobbiamo restare almeno a due metri di distanza, un po’ invidio chi almeno ha un giardino per fare due passi, ma l’importante e’ che stiamo tutti bene”. 

Pubblicità