Home Attualità Si torna a volare, ma in...

Si torna a volare, ma in modo diverso

Le compagnie in realtà, non si sono mai fermate durante la pandemia di Coronavirus, ma i voli si sono ridotti di circa il 90%. Hanno continuato a operare sulle tratte business, portando, chi doveva viaggiare per lavoro, nelle principali destinazioni europee; trasportando materiale sanitario e riportando in patria chi si trovava all’estero per i motivi più disparati (studio, vacanza, lavoro). Da qualche ora però hanno riaperto anche le prenotazioni consentendo consentendo a chi sta pensando alle vacanze di scegliere la destinazione.

Naturalmente cambierà il modo di volare, dall’aeroporto alla cabina dell’aereo ci saranno nuove procedure e regole da rispettare. Le mascherine saranno obbligatorie sempre, sia a terra sia a bordo degli aerei. Negli scali saranno obbligatori i termoscanner e bisognerà rispettare una segnaletica di distanziamento in modo da stare lontani almeno un metro dagli altri passeggeri, al desk, al controllo passaporto, al controllo bagagli e ai gate d’imbarco.

Una volta a bordo, sarà occupata una poltrona su due e in certi casi anche una per fila. Durante il viaggio dovremo dire addio ai pasti e alle bevande fuori dagli orari prestabiliti, ma sarà consegnato solo un pasto preconfezionato su quelle tratte in cui è previsto. Non saranno più disponibili neppure auricolari, cuscini, coperte e kit di benvenuto: chi vorrà potrà portarseli da casa.

Infine, la pratica di rimborsare un cliente o di prevedere un voucher o di consentire di riprogrammare la partenza sarà valida ancora per lungo tempo. Almeno finché non si tornerà alla normalità.