Lun 15 Lug 2024
spot_img
HomePoliticaIl sindaco di Mendicino apre il...

Il sindaco di Mendicino apre il dibattito sulle Serre:”quel sogno chiamato Pandosia”

Di Antonio Palermo*
Quel sogno chiamato #Pandosia
In questi giorni è ritornato attuale il dibattito sulla #Città_unica #Cosenza#Rende, un progetto di conurbazione di cui si discute da ormai molti anni.
Un’idea molto interessante e a cui guardare con grande attenzione per gli sviluppi che ne potrebbero derivare per tutta l’#area_urbana_cosentina.
Ma accanto a questo progetto così importante per le sorti delle due città principali di questo pezzo di Calabria, penso personalmente da tempo che nei nostri territori se ne debba affiancare un altro.
Il sogno della creazione di una #Città_unica delle #Serre_Cosentine che unisca #Mendicino, #Castrolibero, #Cerisano, i due #Marano, #Carolei, #Domanico, #Dipignano e #Paterno.
Una visione di futuro che sogno da sempre, sin da ragazzo, e su cui da semplice cittadino vorrei si aprisse un dibattito, laico e argomentato, aperto ai cittadini, le associazioni e le Istituzioni di questa vastissima #area_a_Sud di Cosenza che dalle porte del capoluogo bruzio si inerpica verso la catena costiera di #Monte_Cocuzzo e #Potame e si proietta mirabilmente verso il #Tirreno.
Personalmente penso che questo progetto renderebbe i nostri borghi protagonisti dello sviluppo senza diventare periferie della futuribile Città unica di Cosenza-Rende, contrastando quei gravi fenomeni di spopolamento dei centri storici che in quest’ultimo ventennio hanno interessato tutti i cosiddetti casali cosentini, con la conseguente perdita di identità di queste comunità ma anche con una desertificazione produttiva di questi piccoli centri, solo in alcuni casi interrotta attraverso politiche pubbliche lungimiranti.
Un simile progetto tra l’altro bilancerebbe lo sviluppo continuo a nord di quest’area, dove già sorgono l’Universita della Calabria e la Zona Industriale di Rende, la più grande della Calabria, e ben tre svincoli autostradali.
Anzi, a tal proposito diventerebbe quanto mai giusta la richiesta di quel famoso #svincolo_a_Sud di cui si parla da tanti anni ma anche di una rete di infrastrutture viarie che interconnettano tutti i Comuni delle Serre, a partire dal riprendere l’idea datata ma quanto mai attuale della famosa #Pedemontana.
Conseguenza di tutto ciò sarebbe una #riqualificazione_a_monte e non più una corsa verso valle, che unitamente a una visione strategica unitaria, specie in tema di #politiche_turistiche_e_culturali, porterebbe questi territori a caratterizzarsi attraverso le loro specificità, dall’aria buona e l’ambiente salubre all’assenza del traffico e dello smog cittadino, dall’enogastronomia tipica locale alla bellezza dei luoghi, veri e propri set cinematografici all’aperto.
E, infine, da questa #fusione_dei_Comuni delle Serre, come avvenuto nella vicina Casali del Manco dove un progetto simile sono riusciti a realizzarlo unendo ben 5 Municipi, ne deriverebbero #benefici_enormi per i cittadini, dal contributo straordinario del 40% in più dei trasferimenti da parte dello Stato all’allentamento del Patto di Stabilità fino all’utilizzo di maggiore capacità di indebitamento per realizzare spese utili per investimento, una vera boccata d’ossigeno per i Comuni ormai tutti alle prese con i problemi odierni dei dissesti finanziari presenti o futuri.
Ecco perché vorrei tanto che su ciò si aprisse in tutte le Serre Cosentine una #discussione_pubblica, animata e positiva, nella speranza di realizzare un giorno tutti insieme il sogno della #Città_di_Pandosia.
*Sindaco di Mendicino