Home Cronaca San Giovanni in Fiore: spento l’incendio...

San Giovanni in Fiore: spento l’incendio della discarica

A proposito dell’incendio che si è sviluppato all’interno della discarica consortile di Loc. Vetrano in San Giovanni in Fiore il Presidente del Consorzio Valle Crati Avv. Maximiliano Granata rende noto che nella tarda mattinata di oggi domenica 25 settembre si sono concluse le operazioni di spegnimento e che la situazione in discarica è totalmente sotto controllo.

L’Avv. Granata dichiara: “Appena ho appreso della presenza di un incendio in discarica mi sono recato con il Direttore Tecnico del Consorzio Valle Crati Ing. Oreste Citrea sul luogo dell’impianto di smaltimento di San Giovanni in Fiore per acquisire conoscenza di ciò che stava accadendo. L’incendio, sin dall’inizio, si è esteso sul  primo lotto della discarica consortile ed onde evitare che potesse propagarsi ulteriormente  sul resto del sito, sotto il coordinamento dei Vigili del Fuoco del Comando di Caccuri, abbiamo lavorato per circoscriverlo. Infatti, nonostante l’intervento dei Vigili del Fuoco e dei Canadair  della Protezione Civile, a causa del vento forte, non è stato possibile spegnere il fuoco.

Pertanto dal primo pomeriggio abbiamo optato per azionare interventi finalizzati a delimitare i confini entro i quali le fiamme divampavano. Provvidenziale è stato l’intervento dei mezzi che sono giunti presso la discarica consortile su sollecitazione mia e del Direttore Tecnico del Consorzio Valle Crati: abbiamo richiesto l’intervento di due escavatori, sei camion e 15 unità di lavoro aggiuntive, che hanno creato un varco tra il lotto 1 ed il lotto 2  e che, così, ha arginato il rogo evitando il diffondersi dello stesso sul corpo della discarica. Insieme con gli altri mezzi presenti del Consorzio Valle Crati una ruspa, una pala gommata e un camion  abbiamo soffocato le fiamme, spegnendo l’incendio nella tarda mattinata di oggi.

Sono soddisfatto di aver offerto il mio contributo per salvare la discarica consortile. Ringrazio i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile, le Ditte e la società Calabra Maceri e Servizi s.p.a. che si sono tutti adoperati per scongiurare il rischio di un disastro ambientale. Noi siamo già all’opera per porre in essere le dovute operazioni finalizzate alla bonifica ed alla messa in sicurezza della discarica consortile.

Non conoscendo, poi, le cause che hanno generato l’incendio ci siamo, inoltre, già adoperati per tutelare la discarica consortile dal pericolo che l’evento si ripeta garantendo il presidio interno tramite la guardiania che attualmente già opera sulla discarica consortile e la sorveglianza esterna anche notturna. Abbiamo, infatti, conferito incarico ad una Agenzia di servizi di vigilanza armata a difesa del sito che insieme alla guardiania interna assicurerà il presidio della discarica consortile 24 ore su 24”.