Home Sport Calcio Hellas Verona - Crotone, primo tempo...

Hellas Verona – Crotone, primo tempo fatale per i pitagorici

Hellas Verona – Crotone

Trasferta impegnativa per i pitagorici, c’è voglia di riscatto per i ragazzi di Stroppa in cerca della prima vittoria del 2021, dopo le due sconfitte consecutive contro Inter e Roma registrate nelle prime settimane di gennaio. Il Verona continua a vivere un periodo positivo, nel mirino c’è la sesta posizione che permetterebbe ai veneti di raggiungere la nuova competizione istituita dalla UEFA e che vedrà il via nella stagione 2021/2022, la Conference League.

Linea molto alta del Verona che mantiene un’elevata intensità nella prima parte di gara, spezzettata dalle continue interruzioni di gioco da parte del direttore di gara. Crotone apparentemente solido prova a far male in ripartenza; funziona il pressing dei padroni di casa che prendono possesso del centrocampo anticipando le manovre dei calabresi e, proprio da un pallone recuperato dai gialloblù, nasce l’azione che porta al vantaggio del Verona con Kalinic, il croato buca la retroguardia dei pitagorici infilando la rete dell’uno a zero. Partita di gran carattere, entrambe le formazioni non si risparmiano in mezzo al campo ma il Crotone cala drasticamente consegnando il gioco in mano ai padroni di casa che trovano il raddoppio con l’ennesimo gioiello di Dicarmine abile a trovare uno spazio invisibile da dove far passare la palla con un colpo da biliardo.

Si gioca solo nella metà campo del Crotone fino al termine della prima frazione di gara, pochi sprazzi dei pitagorici che provano a rendersi pericolosi, negli ultimi minuti, per riaprire il match. Messias ci prova da fuori area, ma Silvestri riesce a bloccare senza troppi problemi.

Tante energie sprecate dai padroni di casa nella prima frazione di gioco, il Verona continua a spingere in avvio di ripresa, ma, alla prima disattenzione, il Crotone riesce a riaprire il match grazie al colpo sicuro di Messias a pochi metri dalla porta. Affanno e fatica per i padroni di casa che lasciano campo ai pitagorici, ordinati e compatti, in cerca del pareggio che fatica ad arrivare grazie al buon lavoro della retroguardia gialloblù.

Il Crotone spreca troppo nella prima parte di gara regalando, di fatto, il primo tempo ai padroni di casa. Nella ripresa ci prova accorciando le distanze, ma il Verona si difende bene conservando il vantaggio fino alla fine sfiorando anche la rete del 3-1 con Colley fermato dalla traversa. Il Verona può continuare il sogno europeo, mentre, per il Crotone, un test poco convincente. I pitagorici non approfittano della sconfitta casalinga del Parma, che mantiene le tre lunghezze sui calabresi.


Hellas Verona: Silvestri; Lovato, Ceccherini, Magnani; Faraoni, Tameze, Ilic, Dimarco; Barak, Zaccagno, Kalinic

Panchina: Berardi; Pandur; Cetin; Dawidowicz; Gunter; Ruegg; Udogie; Danzi; Bessa; Di Carmine; Salcedo; Colley

Allenatore: Ivan Juric

Crotone: Cordaz; Djidji, Golemic, Luperto; Henrique, Molina, Zanellato, Vulic, Reca; Riviere, Messias

Panchina:  Crespi; Cuomo; Rispoli; Pereira; Magallan; Mazzotta; Petriccione; Crociata; Rojas; Siligardi; Dragus; Simy

Allenatore: Giovanni Stroppa

Arbitro: Sig. Luca Massimi della sezione di Termoli

Assistenti: Sig. Luca Mondin di Treviso e Sig. Fabio Schirru di Nichelino

IV Uomo: Sig. Gianluca Aureliano di Bologna

Marcatori: Kalinic (VER); Dicarmine (VER); Messias (CRO);

Sostituzioni: Dawidowicz per Ceccherini (VER); Pereira per Molina (CRO); Simy per Henrique (CRO); Di Carmine per Kalinic (VER); Magniani per Gunter (VER); Colley per Zaccagno (VER); Dragus per Riviere (CRO);

Ammoniti: Ceccherini (VER); Lovato (VER); Djidji (CRO); Magnani (VER); Reca (CRO); Pereira (CRO)

Espulsi: ///

Recupero: 1’ p.t. ; 3’ s.t.