Dom 14 Apr 2024
spot_img
HomeRUBRICHEL’Agenda Legale del CittadinoFisco: avvisi bonari senza sanzioni e...

Fisco: avvisi bonari senza sanzioni e interessi

A cura dell’Avv. Luigi Salvatore Falco

Previsti tagli di interessi e sanzioni, sugli avvisi bonari, per chi ha subito consistenti cali di fatturato (si parla del 50%) su base annuale e di una mini-proroga sulle cartelle di pagamento che sarà accompagnata da un nuovo piano di scaglionamento, in un periodo di due anni, degli invii degli atti fiscali (cartelle e atti di accertamento).

Da fonti vicine al Ministro dell’economia Roberto Gualtieri, trapelano importanti novità in ambito fiscale che permetterebbero ai contribuenti di poter compensare il proprio debito fiscale con un eventuale ristoro.

In merito all’imminente scadenza della sospensione degli atti fiscali, il Ministro non ha annunciato con certezza un nuovo rinvio ma ha affermato chiaramente che sul tavolo vi è un nuovo, possibile, piano di scaglionamento degli invii delle cartelle da parte dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione e dell’Agenzia delle Entrate. Ciò permetterebbe di diluire nel lungo periodo il carico fiscale alleggerendo, per l’effetto, la pressione sui contribuenti.

Il nuovo piano, probabilmente, prevedrà la riduzione degli importi di alcuni atti delle entrate per tutti quei contribuenti che hanno subito un forte calo del fatturato a causa della pandemia covid-19. Dunque, lo scaglionamento sarà ripartito in un periodo di due anni che darà, al contempo, il medesimo periodo all’amministrazione per non decadere dall’azione di recupero dei crediti.

Per quanto riguarda, invece, la stesura del decreto legge Ristori 5, il Ministro ha comunicato che i tempi saranno più lunghi ma che si sta già lavorando per una possibile riduzione o eliminazione delle imposte.