Mar 13 Apr 2021
Advertising
Home Cronaca Il Tar della Calabria (ri)boccia la...

Il Tar della Calabria (ri)boccia la chiusura delle scuole

Ci risiamo. Arriva un’altra sentenza contro la chiusura delle scuole in Calabria. A decidere la riapertura degli Istituti di Catanzaro il Tribunale Amministrativo Regionale. Bocciata, dunque, la decisione assunta, giorni fa, dal sindaco della città capoluogo Sergio Abramo. Una decisione simile a quella (assunta per la terza volta) dello scorso 9 marzo contro l’ordinanza del presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì che aveva disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado esclusi gli asili nido da 0 a 3 anni.

Oggi, il TAR accoglie il ricorso promosso da un gruppo di genitori di Catanzaro, contro l’ordinanza sindacale di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.

A renderlo noto l’avvocato Gaetano Liperoti, legale delle famiglie.

<<E’ stata ritenuta priva di adeguata istruttoria la nota dell’Asp di Catanzaro che suggeriva l’adozione della misura, essendo “manifestamente incoerente” il riferimento all’approssimarsi delle vacanze pasquali nel cui periodo sarà attuato il lockdown nazionale, “che dovrebbe piuttosto costituire ragione giustificativa del mantenimento e non della soppressione della didattica in presenza nello scorcio finale del corrente mese di marzo.

Viene ribadito – commenta ancora il legale – che le chiusure indiscriminate di tutte le scuole di ogni ordine e grado sono misure sproporzionate, se non sorrette da ragioni particolarissime ed eccezionali e che quindi i sindaci, nell’emettere ordinanze di questo genere, devono prima eseguire un’accurata istruttoria con precisi dati di riferimento, che nel caso erano del tutto assenti.>>