Sab 17 Apr 2021
Advertising
Home Attualità Salute&Benessere Il vaccino Astrazeneca “cambia nome”: ora...

Il vaccino Astrazeneca “cambia nome”: ora si chiama Vaxzevria

Il vaccino anti-Covid AstraZeneca, omonimo dell’azienda farmaceutica anglo-svedese, cambia nome e diventa Vaxzevria.

Lo riferisce il servizio stampa dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA) al quale AstraZeneca ha comunicato la propria iniziativa. “Il nome del vaccino è stato cambiato in Vaxzevria il 25 marzo 2021”, si legge sul sito web dell’agenzia.

L’agenzia svedese per i prodotti medici ha assicurato che la ridenominazione del farmaco non comporterà altre modifiche, ma gli specialisti della vaccinazione dovrebbero essere consapevoli della ridenominazione. In ogni caso le informazioni sul prodotto, l’etichettatura e la confezione potrebbero presentare un aspetto diverso.

La decisione di AstraZeneca risponde a una giusta logica commerciale, dopo la campagna di fake news ai suoi danni, che ha evidentemente trovato sponda nelle autorità regolatorie di alcuni paesi europei e negli ultimi giorni anche in Canada, dove il vaccino è sconsigliato alle donne con meno di 55 anni per il rischio di trombi, in realtà finora mai verificatisi nella popolazione canadese vaccinata.

D’altra parte i dati sull’efficacia e la sicurezza di questo prodotto, messo a punto dall’Università di Oxford e dall’italiana IRBM di Piero Di Lorenzo, sono equivalenti o leggermente migliori di quelli dei vaccini Pfizer e Moderna, e dunque il danno d’immagine è stato grave, molto ingiusto, e purtroppo tende a radicarsi.

Ci sono ad esempio alcuni ospedali tedeschi che indipendentemente dalle decisioni degli organi regolatori europei e nazionali stanno fermando le vaccinazioni con AstraZeneca o limitandole a persone con più di 55 anni e meno di 70.