Mer 14 Apr 2021
Advertising
Home Cronaca Più controlli in zona rossa: pugno...

Più controlli in zona rossa: pugno duro a Cosenza

Con il passaggio in zona rossa aumentano i controlli in Calabria. Comuni e Regione, evidentemente, hanno deciso di seguire le indicazioni del premier Mario Draghi e del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, i quali hanno chiesto agli enti locali una stretta sui controlli anti-assembramento e sugli spostamenti al fine di contenere i contagi in questa terza fase della pandemia.

D’altronde, la “nuova” zona rossa è molto diversa dal lockdown di un anno fa: molti più negozi sono aperti ed è per questo che c’è il rischio che più persone ne approfittino per spostarsi.

Poche ore fa, anche dalla nostra redazione di Cosenza, abbiamo osservato, con grande apprezzamento, quanto sta succedendo in città: potenziati i controlli. Forze dell’ordine in campo per passare in rassegna i parchi e le strade più frequentati, fra cui corso Mazzini. Controlli mirati soprattutto in quelle zone dove ci sono maggiori possibilità che si possano creare assembramenti.

Linea dura, dunque, sulle trasgressioni. Spostamenti, attività commerciali e uso della mascherina nel mirino delle forze dell’ordine, che a partire da ieri hanno rafforzato notevolmente servizi di pattugliamento all’interno del territorio.