Sab 17 Apr 2021
Advertising
Home Attualità Piano vaccinazioni Calabria, Unindustria incontra il...

Piano vaccinazioni Calabria, Unindustria incontra il presidente Spirlì

Nella giornata di ieri il Presidente di Unindustria Calabria, Aldo Ferrara, accompagnato dal direttore, Dario Lamanna, ha incontrato il Presidente della Regione Calabria, Antonino Spirlì, al fine di rappresentare la concreta disponibilità di Unindustria Calabria a collaborare nella fase di somministrazione dei vaccini offrendo i propri siti produttivi idonei, nel quadro della campagna nazionale promossa da Confindustria.

Nel corso dell’incontro, al quale ha partecipato anche il Commissario alla Sanità, dott. Guido Longo, il Presidente Ferrara ha sottolineato come le imprese, mettendo a disposizione i medici competenti ed i propri locali aziendali, potranno effettuare in assoluta sicurezza, le vaccinazioni a tutti i dipendenti che manifesteranno la volontà di aderire.

Proprio l’attuazione operativa di questa disponibilità e le correlate declinazioni organizzative sono alla base della bozza di protocollo discussa nel corso dell’incontro, nella quale, ovviamente, saranno individuati altresì i criteri e i requisiti necessari per l’estensione della campagna vaccinale anti-covid 2019 alle aziende produttive calabresi.
È di tutta evidenza come il protocollo costituirà un ulteriore canale di somministrazione dei vaccini nel quadro, comunque, delle priorità individuate dal piano di vaccinazione nazionale.

Un segnale concreto – dichiara Aldo Ferrara – che testimonia lo spirito di servizio e la volontà delle aziende calabresi di essere protagoniste in questa triste esperienza della pandemia, con la volontà immediata di ripartire con più forza e determinazione verso un percorso che prefiguri la creazione delle condizioni di sostegno, in termini di misure economiche, ai fini della crescita e dello sviluppo. In un clima cordiale e di grande collaborazione, è stata concordata la messa in campo di ogni misura necessaria per la buona riuscita della campagna vaccinale, sottolineando che ogni iniziativa si attuerà, comunque, nel rispetto delle condizioni di sicurezza sanitaria dettate dal quadro normativo nazionale.