Ven 16 Apr 2021
Advertising
Home Attualità Covid, Pasquetta blindata: controlli serrati anche...

Covid, Pasquetta blindata: controlli serrati anche in Calabria

Pasquetta blindata per evitare le tradizionali gite fuori porta. Anche in Calabria sono stati intensificati i controlli così come chiesto ai prefetti dal Ministero dell’Interno con un’apposita circolare.

Controlli serrati in tutte le principali località turistiche e verifiche in città, ville, giardini, persino, sulle spiagge. Per tutta la giornata di oggi saranno attuati lungo le principali arterie stradali posti di blocco e pattugliamenti con l’obiettivo di far rispettare divieti e ordinanze. Andare in spiaggia non è per forza una violazione, ma è necessario che la persona abiti, o abbia la seconda casa, nel raggio di poche centinaia di metri. Gli eventuali trasgressori saranno raggiunti da un verbale da 400 euro, ridotto a 280 euro se pagato entro cinque giorni dalla contestazione.

Spostamenti

Sono vietati quelli fuori regione, a meno che non sia per motivi di lavoro, salute o per urgenze, che vanno giustificati attraverso autocertificazione. È sempre possibile raggiungere le proprie località di residenza, domicilio o abitazione. L’autocertificazione, inoltre, può essere utilizzata anche nel caso in cui sia necessario sottrarsi al coprifuoco, che rimane in vigore dalle 22 alle 5 del mattino.

Seconde case e altre abitazioni

È possibile raggiungere le seconde case. La condizione numerica, però, è che sia solo il nucleo familiare a raggiungere questa casa, e non altri. Qualora dovessero verificarsi dei controlli, occorrerà dimostrare di essere proprietari o affittuari dell’immobile in una data prima del 14 gennaio 2021. Se in ogni caso si vuol raggiungere una casa privata non propria, questo è possibile farlo una sola volta al giorno, fino ad un massimo di due persone oltre a quelle che già vivono nell’abitazione in questione. In questo spostamento si può portare i propri figli di età inferiore ai quattordici anni (o comunque minori di quella fascia d’età su cui si eserciti la potestà genitoriale) o le persone non autosufficienti che siano conviventi. Questa regola, dunque, apre alla possibilità di poter visitare, seppur con delle limitazioni, i propri familiari.

Passeggiate e attività motoria

È possibile fare passeggiate o attività motoria, purché sia vicino casa e non si creino assembramenti. Va osservato un metro di distanza tra le persone e, nel caso della passeggiata, va indossata la mascherina. Va da sé che con queste regole si può anche andare al parco, a meno che non intervengano provvedimenti locali che ne dispongano la chiusura.