Sab 17 Apr 2021
Advertising
Home Sanità Vaccini anti Covid: un'utopia per soggetti...

Vaccini anti Covid: un’utopia per soggetti fragili, la denuncia di Giaccari

Ancora una volta è Antonio Giaccari consigliere comunale di Dipignano, centro del cosentino, a raccogliere le lamentele dei cittadini e a denunciare la disorganizzazione dell’azienda sanitaria provinciale di Cosenza. La notizia degli anziani “abbandonati” senza vaccini anti covid è stata ripresa, perché sconvolgente, addirittura dai canali Mediaset, ed oggi è ancora attuale.

A fare nuovamente il punto su quanto sta accadendo, il capogruppo consiliare Giaccari.  «Mi rendo conto parlando con tante persone, come la campagna di vaccinazione anti covid in provincia di Cosenza sia diventata una vera e propria avventura, tanto per utilizzare un eufemismo. L’Asp provinciale ha messo a disposizione una piattaforma telematica per la vaccinazione delle persone “fragili” (fino a qua niente di strano), ma se si prosegue con la prenotazione ci si accorge che proprio questi pazienti che dovrebbero esser maggiormente tutelati, sono costretti a tour debilitanti di chilometri e chilometri per effettuare le vaccinazioni. Si dovrebbe tener conto che si tratta di persone con gravi patologie, ma alle nostre latitudini questo non conta! Una vergogna per un paese civile. Tante volte questi sfortunati, sono costretti non solo a “viaggi della speranza” per ricevere la propria dose di vaccino, quanto ad estenuanti attese e pericolosi assembramenti. Non sarebbe molto più semplice utilizzare postazioni dedicate nei propri comuni o in quelli limitrofi?

Mi appello – conclude Giaccari- alle autorità competenti, chiedendo loro l’apertura di altri centri vaccinali così da consentire a tutti di godere dei propri diritti scongiurando la rinuncia alla prestazione da parte di molti di questi soggetti, per l’ impossibilità di raggiungere i luoghi assegnatigli.»

Ricordiamo a chi di competenza che anche Papa Francesco durante il messaggio “Urbi et Orbi” della domenica di Pasqua ha ribadito l’importanza dei vaccini specie per i soggetti fragili. Le parole del Santo Padre:  “Tutti, soprattutto le persone più fragili, hanno bisogno di assistenza e hanno diritto di avere accesso alle cure necessarie. Ciò è ancora più evidente in questo tempo in cui tutti siamo chiamati a combattere la pandemia e i vaccini costituiscono uno strumento essenziale per questa lotta“.