Ven 18 Giu 2021
Advertising
Home Costume & Società Il tramonto del Cosenza calcio. Il...

Il tramonto del Cosenza calcio. Il sentimento di un tifoso. Lettera aperta

Lettera al mio … Cosenza!

Caro Cosenza mio! A scriverti è un tifoso ormai abbastanza datato anagraficamente. Già, è proprio così! Infatti, i miei primi “contatti” con il tuo mondo tinto interamente di rossoblù, provano a risalire alle ultimissime partite giocate allo stadio “Emilio Morrone” di Via Roma, in rigorosa compagnia di mio … padre! Lui, in verità, più che un tifoso sfegatato, poteva senz’altro riconoscersi, in un grande simpatizzante dei colori sociali. A quel tempo, dunque, si trattava delle mie prime apparizioni sulle ormai vetuste tribune di Via … Roma! Ricordo molto chiaramente che, durante l’avvicinamento ad una ridotta quanto frenetica biglietteria, naturalmente sempre tenuto accuratamente per mano, non appena oltrepassavo la porta d’ingresso, iniziavo ad avvertire una sensazione abbastanza avvolgente, molto particolare, avrei giurato, già a quel tempo, molto … esaltante! Tuttavia, non riuscivo ancora a ben percepire, di cosa veramente si trattasse. Di li a poco, la squadra, per le dispute domenicali, ottenne l’autorizzazione a trasferirsi nel glorioso stadio San Vito (oggi Gigi Marulla). In quel clima di grande afflato sportivo, riuscivo sempre più ad accorgermi che, ad ogni presenza,  puntualmente, l’entusiasmo e le emozioni continuavano,  senza alcun tema di smentita, ad accrescere la loro intensità, sino a divenire, ben presto, autentica passione, grande amore per quei … colori! L’attenzione per le tue sorti, durante quei primi campionati da me seguiti, era ormai divenuta totale, i battiti del cuore sempre più … irrefrenabili! E chissà quanti racconti, da allora, insieme a te, hanno provato a scortare la mia … vita! La mia storia personale, sin da quell’epoca, ha spesso tentato d’incrociarsi con i tanti momenti calcistici davvero … eccezionali! Magari, in diverse occasioni, da poter ritenere solamente interlocutori mentre, altri ancora, innegabilmente considerati meno gradevoli, in quanto legati a forti delusioni, a periodi di sostenuto smarrimento … sportivo! Ed in questo tourbillon  di vita, abbinato, proprio in quegli anni 60 a prevalenti occasioni di gioco, successivamente di studio, poi di lavoro e, nel frattempo, ad un’attiva partecipazione rispetto a tante trasformazioni sociali, man mano, venivano scritte tante pagine belle e, talvolta, abbastanza … meditative! Racconti, pienamente ispirati, oltre che ad esperienze individuali di profondi quotidiani, anche ad  una sempre gioiosa “tensione” per una tua chiara vittoria, che avrebbe finito per dare un autentico senso di appartenenza, a quegli straordinari colori da te autenticamente  raffigurati, unitamente a molti amici e tanti altri fedeli … appassionati! Oggi, alcuni di loro, purtroppo, continuano ad amarti dal … Cielo! Ad essere sincero, insieme a te, iniziò davvero una lezione di vita che, sin dalle primissime esperienze da tifoso, aiutarono certamente ad irrobustire il concetto di speranza e quello di saper credere e dare essenziale valore, ad una raggiunta vittoria. Ma, innegabilmente, andando avanti, cercò anche di sostenermi, nella profonda visione di un saper riconoscere ed accettare, il senso di inevitabili sconfitte. Cosenza mio, sei sempre stato grande in queste lezioni e, nel corso della tua storia, mai ho avvertito qualcosa di particolarmente negativo se non quello relativo, appunto, ad inevitabili quanto momentanee delusioni e qualche sporadica forma di … scoramento! In realtà, mi viene molto più semplice poter immaginare alla nutrita possibilità, che tu possa essere stato quasi sempre diretto ed amministrato con la più giusta passione, un certo grado di giudizio ed un forte attaccamento. Anche quando, naturalmente, in alcune circostanze, qualche protagonista che provava a determinare un tuo cammino, non riusciva a rivelare grandi capacità … gestionali! D’altronde, vige da sempre un’accezione (più in generale nella vita) davvero oggettiva e tesa ad affermare il valido concetto che, quando si è ben seminato, si può credibilmente attendere un raccolto di nobili e fruttuosi … risultati! Altre volte, invece, quando si è verificata con certezza l’eventualità di rilevare notevole imprecisioni, grosse disattese, hai dovuto scontare gli inevitabili castighi (a volte subendo anche a torto) ma, soprattutto, sapendo pagare sempre con dignitosa … responsabilità! Ma chi ti ha sempre amato esattamente come me, non ha mai pensato di abbandonarti! La fede personale, che ha visto sorgere la luce da quei gradoni dello stadio ”Emilio Morrone”, non è mai crollata … anzi! Né il peso degli anni, ormai ragguardevole, intende rassegnarsi ad una stanchezza sostanzialmente … fisica! E come me, tante altre migliaia di tifosi, molti dei quali sparsi in tutto il mondo, continuano certamente a farlo, nel rispetto di una passione nitida e sempre … travolgente! Difficile poter pensare, per chi riesce a nutrire emozioni così belle ed appaganti, di poter stare lontano da te che sei anche prodigo di ispirazioni di grande solidarietà e di tanto impegno sociale. Questa mia, evidentemente, è nata dalla più intima esigenza di confermarti questo mio amore in un momento, Il tuo, di evidente confusione e di grande difficoltà determinata, più che altro, da chi oggi intende gestirti e dovrebbe garantire una continuità d’entusiasmo e di fondamentali prospettive! E’ molto probabile che tu possa essere caduto nelle deplorevoli mani, di chi non riesce proprio a comprendere il significato di autentica passione, di importante futuro e, probabilmente, leggendomi, non riesce neppure a ben comprendere il significato di quei gradoni di Via … Roma! E per me che insisto(come certamente le altre migliaia di appassionati) ancora a fremere, a cercare d’avvolgermi di tutte le emozioni che sai incessantemente offrire e continuo ancora a sperare in ciò che, sino ad oggi, hai cercato magari di farci accarezzare ma, purtroppo, non ancora raggiunto, non rimane, oggi, più che gioire, soffrire … maledettamente! Tuttavia, si conferma inalterata la consapevolezza che tu sai perfettamente comprendere, naturalmente sostenuto da chi autenticamente ti ama, il significato delle più opportune reazioni, di una sana ribellione verso il millantato credito  e dell’ottenimento di uno spirito giusto ed adeguato, nel saper risorgere dai momenti più … cupi! Tu sei passione pura, assolutamente trasparente e dai tratti … indelebili! Vorrei concludere dicendoti e richiamando ad un’esortazione più forte, tutti i depositari della fede rossoblù, sollecitandoli a cercare di scansare il più possibile coloro i quali provano a spacciarsi (ingannevolmente) per grandi entusiasti di questi colori ma, nella realtà, provano a farlo soltanto per propri interessi e palesi raggiri. Tu sei grande, sei una stella ineguagliabile e sai meravigliosamente risplendere grazie a quella straordinaria luce che nasce da spalti che intendono essere sempre gremiti e riesce, incessantemente, a rendere quei battiti assolutamente … irrefrenabili

Enzo Battaglia